Mobile Prove

Pioneer XDP-30R: il player hi-res quasi perfetto

Pioneer XDP-30R

Con poco più di 400 euro ci si può portare a casa un player hi-res molto interessante con doppio DAC e doppio amplificatore cuffie. Ecco il Pioneer XDP-30R.

Con molti smartphone odierni in grado di riprodurre file audio ad alta risoluzione, la scelta di puntare su un lettore hi-res portatile potrebbe apparire un semplice e costoso sfizio per super appassionati, ma la realtà è un’altra. Player come l’Astell & Kern AK70 o questo [amazon_textlink asin=’B071YMJ88Z’ text=’Pioneer XDP-30R (circa 420 euro online)’ template=’ProductLink’ store=’ad04f-21′ marketplace=’IT’ link_id=’d7d7b5cf-6baa-11e7-be4d-09842a28eb34′] suonano infatti molto meglio di qualsiasi smartphone e a volte la differenza qualitativa è talmente elevata da colpire anche l’attenzione degli utenti meno esperti.

Pioneer XDP-30R: il player hi-res quasi perfetto

Costruzione

Basta un beve sguardo al Pioneer XDP-30R per notare diverse similitudini proprio con il più costoso Astell & Kern AK70, partendo dalla forma e continuando con il posizionamento degli ingressi e dei controlli. Cambiano un po’ le dimensioni, ma se il player Pioneer riuscisse ad avvicinarsi al rivale anche come prestazioni oltre che come caratteristiche estetiche, sarebbe il lettore hi-res portatile perfetto considerando anche il prezzo.

Funzioni

Il Pioneer XDP-30R riproduce file PCM fino a 32-bit/192kHz e DSD fino a 5,6MHz, con in più il supporto a MQA che dovrebbe arrivare entro fine estate con un aggiornamento del firmware. Non manca inoltre il comparto streaming grazie al supporto integrato di Tidal, Deezer e Tunein. Lo storage di soli 16 GB è sicuramente limitato, ma sono presenti due slot per schedine di memoria microSD fino a un massimo di 400 GB (2×200 GB).

Pioneer XDP-30R: il player hi-res quasi perfetto

Se il lettore non ha alcuna difficoltà a connettersi a un PC con Windows, la situazione non è così semplice con un Mac. La versione attuale del software (v1.06) non funziona infatti con OSX 10.10 Yosemite o con versioni precedenti (il lettore non viene riconosciuto). Se invece avete un Mac con OSX 10.11 El Capitan o con macOS Sierra, non avrete alcun problema.

Le connessioni si affidano a un’uscita cuffie da 3,5mm e a un’uscita bilanciata da 2,5mm, mentre per gli amanti del wireless non mancano il Wi-Fi 802.11 n dual-band e il Bluetooth con A2DP, AVRCP e SBC. È possibile bypassare il controllo del volume del Pioneer se lo connettete direttamente a un amplificatore, ma se optate per questa soluzione ricordatevi di non collegare al player le vostre cuffie, pena il rischio di danneggiare cuffie e orecchie allo stesso tempo.

Pioneer XDP-30R: il player hi-res quasi perfetto

Lo chassis è in alluminio a differenza della plastica del pannello posteriore, mentre all’interno troviamo due DAC Sabre ES9018C2M e due amplificatori per cuffie Sabre ES9601K. La batteria da 1630mAh assicura circa 15 ore di autonomia con una carica, sebbene molto dipenda dal volume e dall’utilizzo o meno delle cuffie.

I controlli (bella la rotellina del volume) e le dimensioni ad esempio offrono una buona comodità e il display touch da 2,4’’ con risoluzione di 320×240 pixel fa bene il proprio dovere, sebbene appaia un po’ “blocchettoso”. Inoltre, se non volete tirare fuori ogni volta il lettore dalla tasca o dallo zaino, potete controllarlo tramite Bluetooth dallo smartphone con un’apposita app.

Qualità audio

Pioneer XDP-30R: il player hi-res quasi perfetto

I test iniziano con Dreams dei Fleetwood Mac e la prima impressione, che resterà tale però anche lungo tutte le sessioni di ascolto, è quella di un sound pulito, nitido e brillante. La presentazione sonora appare inoltre ben organizzata, senza eccessivi sbilanci dinamici e con un buon livello di dettaglio, soprattutto nel modo in cui ci vengono restituite le sfumature della voce di Stevie Nicks.

Anche prima di metterlo a confronto con l’Astell & Kern, risulta però evidente una certa mancanza di impatto e di energia. Non che il sound del XDP-30R sia noioso o fin troppo “educato”, ma fa fatica a restituire tutta l’esplosività e l’emozione del brano.

Pioneer XDP-30R: il player hi-res quasi perfetto

Caratteristiche che invece troviamo nell’AK70. Non ci aspettavamo da Pioneer la stessa qualità del rivale vista anche la differenza di prezzo, ma vorremmo che il XDP-30R riuscisse a catturare l’energia del brano senza diluirne l’impatto, cosa che invece riesce a fare solo in parte.

Passando invece al Chiaro di Luna di Debussy, la situazione migliora grazie alla capacità del Pioneer di destreggiarsi tra le tenui dinamiche pianistiche e di restituire un impatto emozionale non da poco per un player in questa fascia di prezzo. Considerando poi la spaziosità della presentazione e l’assenza di confusione o disordine, ne esce un ascolto emozionante e godibilissimo.

Pioneer XDP-30R: il player hi-res quasi perfetto

Ancora una volta però viene a mancare quell’attenzione alle dinamiche più fini che trasforma l’ascolto in un’esperienza più piacevole che affascinante. Abbiamo anche testato diverse cuffie per saggiare la bontà dei due amplificatore Sabre. L’[amazon_textlink asin=’B00K690IH0′ text=’AKG Y50′ template=’ProductLink’ store=’ad04f-21′ marketplace=’IT’ link_id=’728cf7af-6bab-11e7-b909-f18eab83f387′], la Sennheiser Momentum e la Beyerdynamics T1 si sono comportate egregiamente e in fondo non ne dubitavamo visto che sono supportate cuffie con impedenza dai 16 ai 300 Ohm sull’uscita sbilanciata e dai 32 ai 600 Ohm su quella bilanciata.

Verdetto

Se non avete il budget necessario per l’Astell & Kern AK70 o per l’ancor più impegnativo Sony NW-MW1A, il Pioneer XDP-30R potrebbe rivelarsi il player hi-res ideale vista la sua capacità di offrire buone prestazioni, connettività wireless, una buona autonomia e componenti interni di ottimo livello. Se solo il suo sound fosse stato un po’ più “vivo” e più capace di emozionare, nessuno gli avrebbe tolto la quinta stellina.

  • Verdetto
4

Riassunto

Con poco più di 400 euro ci si può portare a casa un player hi-res molto interessante con doppio DAC e doppio amplificatore cuffie. Ecco il Pioneer XDP-30R.

Pro
Presentazione precisa e ben organizzata
Buon livello di dettaglio
Ampia compatibilità con file hi-res

Contro
Manca un po’ di vitalità e di energia
Problemi con i Mac più datati

Scheda tecnica
Formati audio supportati: DSD (5.6 MHz/2.8 MHz), DSD-IFF, FLAC, ALAC, WAV, AIFF, MP3, AAC
Connettività: Wi-Fi n, Bluetooth
Display: touch da 2,4’’
Connessioni: jack 3,5mm/2,5mm, microUSB
Memoria interna: 16GB + 2 slot microSD
Risposta in frequenza: 20 Hz–80.000 Hz
THD: 0.006%
Peso: 120 grammi
Dimensioni: 63x94x15 mm
Prezzo: 449 euro
Sito web produttore: www.pioneer-audiovisual.eu/it/home

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest