Hi-Fi Notizie

Primare NP5 Prisma Mk2: con il nuovo chip arrivare il supporto a MQA

A quasi due anni dall’uscita del modello originale, Primare propone l’NP5 Prisma Mk2, versione aggiornata del suo popolare lettore di rete che porta con sé il supporto al formato MQA

Sono passati quasi due anni dall’uscita del lettore di rete Primare NP5 Prisma, dispositivo intelligente da 500 euro con funzionalità come AirPlay 2, Bluetooth, Chromecast integrato, Roon Ready, Spotify Connect e controllo di un NAS di rete tramite l’applicazione dedicata Prisma. Progettato in modo specifico per essere inserito in qualsiasi sistema, sia audio che audio/video, l’NP5 Prisma rappresenta ancora oggi la miglior soluzione per tutti i possessori di prodotti Primare precedenti con ingressi digitali, per aggiornarli alle più recenti funzioni di riproduzione streaming e media digitali.

Oggi il produttore svedese ha annunciato NP5 Prisma Mk2, versione rivista e potenziata del modello del 2019 che arriverà in Italia ad agosto a un prezzo vicino ai 600 euro. Lo sviluppo del nuovo modello è stato in qualche modo causato dal devastante incendio nella fabbrica giapponese di chip AKM, che recentemente ha colpito anche la produzione di un lettore UHD di Panasonic (ne abbiamo parlato qui).

NP5 Prisma Mk2

Questo evento catastrofico ha comprensibilmente causato un’interruzione a lungo termine della fornitura del chip di reclocking (elemento critico al centro del design dell’NP5 Prisma) che consentiva la selezione delle frequenze di campionamento in uscita.

Primare ha così dovuto apportare alcune modifiche per continuare a realizzare quello che si è rivelato uno dei suoi prodotti più popolari e venduti. Come risultato finale di queste modifiche, Primare ha trovato in tempi record un nuovo chip e ha riprogettato il circuito per mantenere le prestazioni dell’originale NP5 Prisma pur consentendo, per la felicità degli abbonati a Tidal, il passthrough di file in formato MQA non possibile con il chip originale.

NP5 Prisma Mk2

Il risultante NP5 Mk2 offre per il resto tutte le caratteristiche del modello precedente e ciò, tra le altre cose, significa il supporto per file PCM fino a 24-bit/192kHz (16/44,1 kHz, 24/48, 88,2, 96, 176,4 e 192 kHz) su USB-A, Wi-Fi o LAN, con i file DSD convertiti in PCM alle risoluzioni di uscita di riproduzione fisse o native, mentre le uscite digitali offrono un’opzione ottica e una coassiale. Naturalmente tornano disponibili anche il Bluetooth, Spotify HiFi e Tidal Connect, AirPlay 2, Chromecast integrato e certificazione Roon Ready.

Da sottolineare che fino al 31 luglio sarà attivo un programma di aggiornamento che offrirà sconti sull’acquisto del nuovo modello; questa iniziativa è riservata ai possessori dei Primare PRE60, NP30, I32 MM30 e PRE32 MM30. Per ottenere lo sconto, sarà necessario fornire il seriale del dispositivo in proprio possesso a qualsiasi rivenditore autorizzato Primare. Il prezzo per l’NP5 Mk2 passerà così da 600 a 300 euro.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest