Hi-Fi Notizie

Streamer audio Cambridge Audio CXN100: il nuovo re della fascia media?

Cinque anni dopo l’apprezzato CXN V2, Cambridge Audio torna a proporre un nuovo streamer “puro” con l’erede CXN100, modello da 1049 euro che ha davvero tutto (o quasi) per soddisfare gli appassionati di musica liquida

Quando nel 2021 Cambridge Audio ha presentato gli ampli-streamer EVO 150 ed EVO 75, era apparso evidente a molti osservatori che l’iconico streamer CXN V2 di tre anni prima (oggi lo trovate online a partire da 899 euro) aveva ormai i giorni contati. Il produttore britannico ha però dovuto attendere un po’ più del dovuto prima di dare un erede al CXN V2, ma finalmente ha annunciato la disponibilità del suo nuovo streamer CXN100, modello di fascia media da 1049 euro senza amplificazione integrata che rispetto al predecessore offre cambiamenti molto significativi.

Non quindi un semplice upgrade, ma una completa riprogettazione meccanica con nuovi componenti all’avanguardia tra cui il più recente modulo streaming proprietario StreamMagic Gen4. Il convertitore digitale-analogico è stato aggiornato con il DAC ReferenceESS ES9028Q2M SABRE32, in grado di gestire PCM fino a 32 bit/768 kHz e DSD512, nonché MQA.

Cambridge Audio CXN100

Cambridge Audio afferma che l’ESS ES9028Q2M è un netto passo avanti rispetto al DAC Wolfson nel CXN V2 sia come misurazioni, sia come impronta sonora. Il filtro di temporizzazione all’interno dell’ESS 9028Q2M, ad esempio, promette di essere così efficace da non richiedere alcun filtro post-DAC, semplificando ulteriormente il percorso del segnale e ottenendo una chiarezza audio estrema e priva di jitter.


Sono state apportate modifiche significative anche allo stadio analogico post-DAC, con nuovi condensatori e amplificatori operazionali più efficienti che aumentano il rapporto segnale/rumore e riducono la distorsione. Se il Cambridge Audio CXN100 offrirà davvero un tale aumento sostanziale delle prestazioni sonore, sarà senza dubbio lo streamer da battere nella fascia di prezzo attorno ai 1000 euro.

Anche perché l’integrazione del modulo StreamMagic Gen4 presente negli EVO 150 ed EVO 75 apre una vasta gamma di opzioni di streaming. Spotify Connect, TIDAL Connect, Qobuz e Deezer sono tutti integrati e troviamo anche Internet Radio ad alta risoluzione grazie al supporto per MPEG-DASH.

Dall’alto al basso: amplificatore integrato CXA81, streamer CXN100 e lettore CD CXC

Il CXN100, inoltre, è Roon Ready e quindi gli abbonati a Roon possono vedere tutti i contenuti di TIDAL, Qobuz, della libreria di iTunes o dei propri file uno accanto all’altro nell’interfaccia di Roon. Come connessioni digitali troviamo ingressi USB, coassiale, TOSLINK e, sul versante wireless, Chromecast, AirPlay 2 e Bluetooth (purtroppo solo con codec SBC e AAC), senza tra l’altro la necessità di acquistare un dongle separato a differenza del più laborioso CXN V2.

L’uscita analogica è disponibile tramite prese XLR bilanciate o RCA sbilanciate, il che renderà il CXN100 ancora più interessante per gli utenti dell’amplificatore integrato CXA81 (suo compagno ideale visto anche il prezzo molto simile). Come tutti gli streamer di Cambridge Audio, anche il CXN100 è interamente controllato dall’applicazione StreamMagic (o dal telecomando, che però dovrà essere acquistato a parte visto che non è presente nella confezione). Da segnalare infine il display frontale da 4,76″ pollici e la progettazione e l’ingegnerizzazione avvenute interamente nel quartier generale londinese del produttore.

© 2024, MBEditore – TPFF srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Loading RSS Feed


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest