Hi-Fi Notizie

Arcam PA240, PA410 e PA720: tre finali per tutte le esigenze

Due, quattro o sette canali, classe AB e G e grande attenzione allo smorzamento acustico. Ecco i nuovi finali Arcam PA240, PA410 e PA720

Li avevamo conosciuti mesi fa, ma solo da poco i tre nuovi finali di potenza targati Arcam della serie PA sono disponibili in Italia sotto distribuzione Adeo Group. Si parte dal modello stereo PA240 (2438 euro), amplificatore di potenza ad alte prestazioni che offre due canali di efficiente amplificazione di classe G.

Con una potenza di ben 380 W per canale su 4 Ohm (225W su 8 Ohm e ben 790W per singolo canale in modalità bridge), il PA240 è progettato per offrire la massima flessibilità e potenza senza compromettere il controllo ed è dotato di un alimentatore a base toroidale, di un telaio con smorzamento acustico, di stadi di uscita a transistor paralleli e offre livelli di distorsione eccezionalmente bassi.

arcam pa240
Arcam PA410

Se avete invece la necessità di amplificare fino a quattro canali, potete rivolgervi al PA410 (1629 euro) con sezione di uscita in classe A/B e una potenza di 4x50W/8 ohm o 4x70W/4 ohm (20÷20k Hz, THD 0,2%), mentre in stereo si arriva rispettivamente a 60W/8 ohm e 90W/4 ohm. Il rapporto segnale/rumore è pari a 105 dB, mentre la risposta in frequenza si estende da 20 a 20.000 Hz entro ± 0,05dB. Anche in questo caso spiccano il trasformatore toroidale, il telaio acusticamente smorzato e un’uscita a transistor in parallelo, così da ottenere livelli di distorsione estremamente bassi (0,003% 1 kHz/8 ohm).

Il modello più costoso è il PA720 (3199 euro), amplificatore di potenza ad alte prestazioni che offre 7 canali di amplificazione in classe G. Con 140W di potenza per canale su 7 pilotati con un carico di 4 Ohm (che diventano 100 su 8 Ohm), il PA720 è in grado di assicurare fino 175W per canale con cinque canali pilotati e fino a 225W con due canali pilotati. Come per il PA240 anche qui troviamo ingressi bilanciati XLR a fianco di quelli sbilanciati RCA e i livelli di distorsione sono ancora più bassi (0,002% 1 kHz/8 ohm).

Il retro dell’Arcam PA720

La classe di amplificazione G, che caratterizza diversi prodotti di Arcam, è una derivazione della classe AB in cui, però, viene usato un accorgimento nello stadio di alimentazione per aumentare l’efficienza. In pratica l’alimentatore può fornire due diverse tensioni di alimentazione (una più bassa ed una più alta) e c’è una parte di circuito (lift) che si occupa di commutare opportunamente tra le due.

In assenza di segnale o con segnale piccolo, che richiede “poca” potenza in uscita, che si può ottenere senza problemi con l’alimentazione più bassa, l’elettronica (soprattutto lo stadio finale) è alimentata con la tensione bassa e quindi circola meno corrente di bias e la dissipazione è minore. Quando invece ci sono picchi che richiedono potenza maggiore, l’alimentazione viene commutata e si passa a quella più elevata, in modo da poter fornire la potenza richiesta solo per il tempo necessario. L’efficienza può superare, in questo modo, l’80% (85,9% la massima teorica).

© 2020, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest