Hi-Fi Notizie

Audiolab Omnia: il coltellino svizzero dell’hi-fi a meno di 2000 euro

L’Audiolab Omnia è un sistema hi-fi all-on-one con streamer hi-res, lettore CD, amplificatore integrato e ingresso phono. Manca solo che faccia il caffè!

Non abbiamo esagerato con l’analogia del coltellino svizzero nel titolo. Il nuovo sistema musicale all-in-one Audiolab Omnia, disponibile dal mese prossimo a 1899 euro, integra infatti uno streamer hi-res, un lettore CD, un amplificatore integrato, ampia connettività wireless e cablata e molto altro ancora, il tutto racchiuso in uno chassis in alluminio e con un bel display a colori da 4,3” sulla parte frontale, che può essere impostato anche per visualizzare un VU meter in forma “analogica” o “digitale”.

Basta in pratica aggiungere due diffusori e si è pronti per riprodurre qualsiasi cosa. Volendo, potete persino bypassare gli stadi di amplificazione di Classe AB separati per collegare un preamplificatore o un amplificatore di potenza esterno, ma quando offerto dall’Omnia una volta tirato fuori dalla scatola basta e avanza per la maggior parte degli utenti.

 

Sul versante streaming Audiolab ha assicurato che l’Omnia è compatibile con la piattaforma multi-room DTS Play-Fi e ciò significa che potete accedere a Spotify, TIDAL, Amazon Music, Deezer, Qobuz, Audacy, TuneIn, iHeartRadio e SiriusXM. Inoltre, l’app DTS Play-Fi rileva tutta la musica sulla vostra rete e crea una libreria di brani trovati su un NAS o sul server multimediale compatibile con DLNA.


In modalità standard, ottimizzata per la larghezza di banda multi-room, Play-Fi trasmette in streaming fino a 16 bit/48 kHz (qualità CD), ma in modalità Critical Listening arriva fino a 24 bit/192 kHz tramite Wi-Fi o cavo Ethernet senza transcodifica o down-sampling. L’Omnia offre la decodifica completa del formato MQA per chi è abbonato a Tidal ed è Roon Ready. non manca poi Spotify Connect e il Bluetooth 5 integrato porta con sé anche i codec aptX, aptX LL, AAC e SBC.

Il lettore CD si affida a un meccanismo di trasporto che incorpora un sistema ottico ad alta precisione e un vassoio di carico a basso attrito, con un buffer dati elettronico e una robusta base e un telaio in alluminio per limitare le vibrazioni.

Audiolab Omnia

La conversione da digitale ad analogico è gestita da un DAC Sabre ESS ES9038Q2M a 32 bit, associato a un filtro attivo post-DAC. Su questo versante Audiolab ha utiulizzato amplificatori operazionali appositamente selezionati per la loro sinergia con il DAC Sabre. L’audio PCM è supportato funo a 32 bit/768 kHz, insieme ai file DSD a 22,5 MHz (DSD512) e a quelli in formato FLAC, ALAC, AIFF e WAV.

Lo stadio phono MM integrato presenta un circuito basato su JFET di alta qualità, a basso rumore e con un’equalizzazione RIAA precisa. Troviamo poi una coppia di ingressi USB, di tipo A e di tipo B, quattro ingressi digitali S/PDIF (due coassiali e due ottici), tre ingressi RCA stereo e una porta Ethernet.

Gli stadi del preamplificatore e dell’amplificatore di potenza incorporano percorsi di segnale brevi e diretti e componenti di alta qualità per preservare la purezza del suono. Parliamo di un amplificatore integrato di Classe AB in grado di erogare fino a 50 W per canale su un carico di 8 ohm, con una corrente massima di 9 Amp per carichi difficili. Ma non è finita qui, visto che oltre al al set di morsetti per diffusori placcati in oro, l’Audiolab Omnia integra anche un’uscita per cuffie da 6,3 mm montata frontalmente e alimentata da un amplificatore dedicato.

© 2021, MBEditore – TPFF srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    • Motor Bike Expo 2022Motor Bike Expo 2022

      Una sensazione di desolazione Dopo la special edition del 2021 in primavera, Motor Bike Expo torna alla sua collocazione originaria… Leggi tutto »

    Pin It on Pinterest