Accessori Hi-Fi Notizie

Bricasti Design M1SE MDx – Avanzata del processore D/A a stelle e strisce

Upgrade per il processore dual mono D/A M1SE (Special Edition) di Bricasti Design, primo progetto consumer lanciato nel 2010

Diffusione e peso tecnico per il convertitore D/A M1 hanno portato Bricasti Design a proseguire declinando il dispositivo in più versioni, di cui la Limited Gold è la più costosa. Per questo DAC un nuovo importante aggiornamento con scheda di elaborazione MDx (immagine sotto), passaggio quindi a un più recente processore DSP di Analog Devices, dual-core ADSP-SC584 SHARC. Chi possiede il modello M1SE può inviarlo per l’upgrade che installato in fabbrica ha un costo attorno ai 1.000 dollari, mentre per l’acquisto da nuovo con tale aggiornamento occorrono 10.000 dollari.

L’SE vede la presenza di punti di appoggio denominati Stillpoints, “concepiti per un ascolto sonoro più trasparente in quanto capaci di assorbire le vibrazioni”. A parte l’eventuale optional per la connessione Ethernet le inclusioni tecniche per il modello SE proseguono con il rinnovamento del parco condensatori, svariate funzionalità software, il cablaggio punto a punto. E ancora l’aggiunta di un ingresso USB, il supporto per DSD su PCM, dichiarato aumento dell’accuratezza riguardo la temporizzazione e il master clock in ingresso, miglioramenti della rete per ottenere migliori prestazioni sonore sulla rete fino a DSD128 e l’ultima inclusione di DSD256 su USB.

M1SE

Molto basso il jitter, dove le specifiche tecniche Bricasti indicano una valutazione di 8ps a 48kHz e 6ps a 96kHz. la scheda del processore MDx esegue il sovracampionamento e le funzioni di sincronizzazione e clock tra i due canali analogici, buffering dei dati e reclocking dei DAC separati. Peraltro l’isolamento fisico della sezione di elaborazione digitale dalle sezioni analogiche dovrebbe contribuire al basso rumore.

E ancora alimentatori aggiornati (sono ben tre) per le sezioni analogiche, l’aggiunta di un telecomando standard e nuove opzioni di filtro di ricostruzione del segnale. A non aver cambiato pelle è l’estetica, tra robusti pannelli in alluminio e un notevole senso di robustezza, benché sia noto che l’apparato tenda a dissipare parecchio calore e l’inserimento in rack necessiti comunque di un agevole grado di ventilazione. Il pannello frontale offre il display, singola manopola e sei pulsanti di controllo, interruttore di alimentazione. Gli ingressi includono l’XLR AES/EBU, S/PDIF sia RCA che TosLink e un USB 2.0, mentre per la sezione output siamo di fronte a single-ended RCA e bilanciate XLR.

M1SE

Il controllo a pannello e il telecomando consentono la regolazione del livello di riproduzione, anche se ciò cambia il livello di uscita con incrementi di 1 dB e quindi con inferiore precisione rispetto a un preampli. Di fatto i potenziometri separati per canale consentono di regolare il livello massimo per le uscite bilanciate da +8dBm fino a +22dBm mentre le uscite sbilanciate sono fisse a 2V a fondo scala. Link a Bricasti Design per M1SE.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest