Accessori Notizie

Lampade Philips UV-C: virus e batteri si combattono con la luce

Se volete sanificare piccoli oggetti ed eliminare virus e batteri dalle stanze della vostra casa, i prodotti della gamma Philips UV-C potrebbero fare al caso vostro

La qualità dell’acqua che beviamo e la pulizia delle superfici che tocchiamo hanno un impatto profondo sulla nostra salute e sul nostro benessere. Siamo tutti a rischio di contrarre e diffondere virus e batteri, soprattutto nelle aree pubbliche particolarmente affollate, come uffici, fabbriche, negozi, bar e ristoranti, scuole, musei e mezzi di trasporto pubblici.

Ampiamente utilizzata dagli scienziati da oltre 40 anni, la radiazione UV-C è un disinfettante noto di superfici, oggetti e acqua che aiuta a contenere il rischio di contrarre infezioni. Tutti i batteri e i virus testati finora (diverse migliaia nel corso degli anni, tra cui anche diversi coronavirus) rispondono alla disinfezione UV-C e test di laboratorio hanno dimostrato che le sorgenti luminose UV-C consentono di neutralizzare al 99% il virus SARS-CoV-2 presente su una superficie con un tempo di esposizione di 6 secondi.

La luce ultravioletta (UV) è invisibile all’occhio umano e può essere suddivisa nelle categorie UV-A, UV-B e UV-C. La luce UV-C si trova all’interno dell’intervallo 100-280 nm e l’azione germicida è massimizzata a 265 nm, risultando così estremamente efficace nella neutralizzazione del DNA dei microrganismi. Ciò significa che questi non possono replicarsi e causare malattie.

Philips UV-C

Negli ultimi decenni Philips ha sviluppato una profonda competenza in queste applicazioni e offre lampade e apparecchi per illuminazione UV-C anche per l’ambiente domestico (oltre che per quello professionale), che possono essere impiegati per disinfettare gli ambienti e i luoghi durante la notte (o quando non sono utilizzati) e per disinfettare gli oggetti.

La Lampada da tavolo UV-C di Philips va posizionata al centro della stanza prescelta su una superficie piana come un tavolo o anche sul pavimento e collegata a una presa di corrente. Il pulsante Timer serve per selezionare la durata dell’esposizione alla luce fino a un massimo di 45 minuti (necessari per gli ambienti più grandi) e, visto che l’esposizione alla luce UV-C può essere dannosa per gli occhi e la pelle di persone e animali domestici, bisogna assicurarsi che non ci sia nessuno all’interno della stanza quando la lampada è in funzione.

Philips UV-C

Philips ha comunque dotato la sua lampada di un rilevatore di movimento e questa non inizierà la sua routine fino a 30 secondi dopo che ha rilevato per l’ultima volta qualsiasi movimento nella stanza; la lampada si fermerà immediatamente e si spegnerà automaticamente se si verifica qualsiasi movimento durante la routine.

L’altro prodotto casalingo della gamma UV-C di Philips è il Lighting Mini Box, un piccolo contenitore che disinfetta oggetti di uso comune (monete, mazzo di chiavi, smartphone, portafoglio, orologio) da germi e batteri in modo semplice ed efficace. La luce UV-C si accende automaticamente quando si chiude il coperchio, mentre l’interno in acciaio inossidabile è riflettente per garantire una disinfezione efficace.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest