Hi-Fi Notizie

PANASONIC + ADAM: un “grande sistema” per piccoli ambienti

La progressiva riduzione degli spazi abitativi comporta una sempre maggiore compressione delle aree destinate a determinati scopi, rendendo talvolta realmente difficile l’inserimento di un buon sistema audio di qualità definibile Hi-Fi, proprio come il duo PANASONIC – ADAM che vi suggeriamo.

Quello che una volta rappresentava l’estrema ratio dell’ottimizzazione dello spazio a disposizione in un appartamento – vale a dire l’angolo cottura –  è praticamente diventato quasi la regola: attualmente definito open space, si tratta in realtà del tentativo di acquisire un vano in più sottraendolo alla cucina, ambiente considerabile oramai perfettamente integrabile nel resto dell’arredo.

Nascono in tal modo ambienti che in un certo senso potremmo definire ibridi, connotati cioè da caratteristiche non più esclusive ma integrate in modo da favorirne l’uso quotidiano.

A questa linea di pensiero non si sottrae l’alta fedeltà, prova ne sia l’esistenza di molti sistemi all-in-one le cui prestazioni sono effettivamente ben più che piacevoli, ad esempio lo SHARP che vedete.


La domanda che però potrebbe farsi un appassionato di Hi-Fi – soggetto che ovviamente vede oltre la praticità di utilizzo di un simile sistema – è se sia comunque possibile dotarsi di qualcosa di poco invasivo in grado di esibire prestazioni, appunto, degne di un sistema di livello.

Ovviamente la risposta è positiva, purché si accettino alcune caratteristiche di questo tipo di scelta evitando assetti mentali inutilmente limitati; in altre parole, si deve cedere ad una sorta di compromesso.

Termine quest’ultimo che non deve assolutamente essere interpretato nel senso di limite bensì di favorevole opportunità, almeno laddove si usino raziocinio ed esperienza in egual misura.

Ad esempio indirizzando la scelta verso diffusori attivi, ovvero già forniti di amplificatore interno, sovente ottimizzato nei confronti degli altoparlanti di cui sono dotati.

In aggiunta – in ossequio alla filosofia del pezzo unico – la scelta della sorgente potrebbe essere indirizzata verso un lettore digitale dotato di regolazione del livello di uscita, questo per evitare la scomodità di dover regolare il volume di ascolto tramite i potenziometri usualmente posti sul retro dei diffusori.

Per correttezza segnaliamo che tale regolazione è possibile solo da menù, una piccola scomodità che richiede qualche secondo in più rispetto ad un controllo diretto, comunque risolvibile tramite l’inserimento di un controllo di volume passivo, ad esempio questo.

Ebbene, il lettore audio/video PANASONIC DP-UB9000 in unione ai diffusori ADAM T8V, sono perfettamente rispondenti alle caratteristiche appena indicate.

Circa il primo potete leggere qui il test da noi effettuato la scorsa estate, conclusosi più che positivamente in relazione alle prestazioni esibite da questo eccellente lettore, leggete e ne saprete molto di più.

Relativamente ai diffusori, si tratta di esemplari a due vie la cui amplificazione dedicata (in classe D) fornisce rispettivamente 70 e 20 watt a ciascun driver.

Il woofer è da 8″ e dispone di un cono in polipropilene mentre il tweeter, contrariamente all’usuale cupola, appartiene alla serie U-ART ed è a nastro – segnatamente in poliammide con dimensioni assimilabili a  quelle di una cupola di 1.9″ – un’avanzata tecnologia che consente di elevare la velocità di risposta in frequenza raggiungendo i 25 KHz.

Quest’ultima è dichiarata essere compresa tra 33Hz e 25KHz (±6dB) con una pressione di picco di ben 118 dB, valori molto elevati in senso assoluto.

Come tutti gli esemplari destinati al professionale, anche gli ADAM T8V concedono la possibilità di regolare il livello di emissione delle singole vie mediante filtri di tipo shelf in questo caso entro (±2 dB) – funzione che favorisce enormemente l’interfaccia con la disposizione in ambiente o verso i gusti dell’utente.

A questo va aggiunta la possibilità di variare l’assetto timbrico del PANASONIC che anch’esso, molto utilmente, prevede un insieme di filtri digitali che replicano la caratteristica sonorità delle valvole, funzione gradevole – effettivamente molto piacevole ed affatto artificiosa – un aspetto puntualizzato anche nel test da noi effettuato.

La possibilità di connessione Bluetooth oppure l’uso come streamer video ne aumenta ulteriormente le già interessanti qualità.

L’ascolto di tale sistema non riserva troppe sorprese, nel senso che le supposizioni derivate dalla semplice osservazione dei componenti che lo compongono – oltre che la lettura delle caratteristiche dichiarate – sono confermate dalla prestazione sonora.

Già l’ascolto liscio – ovvero in assenza delle riferite possibilità di modifica del segnale – dimostra come questo goda di un’estesa risposta in frequenza coniugata ad una timbrica priva di indebite sovraesposizioni.

Il suono in generale appare certamente coeso e compatto, dotato di basse frequenze alquanto corpose e di una parte alta assolutamente non aggressiva, presente ma molto costumata.

La correzione fine – operabile tramite i controlli posti sul retro dei diffusori – consente di elevare ulteriormente la prestazione risolvendo lievi criticità legate al posizionamento in ambiente, così come permette una migliore interfaccia verso i gusti personali dell’ascoltatore.

Se a questo aggiungiamo le possibilità offerte dal PANASONIC è facile comprendere come la prestazione finale possa essere davvero ritagliata a misura, un aspetto non certo secondario.

Relativamente ai cavi di collegamento potete scegliere sia dal catalogo AUDIOQUEST che da quello XINDAK, riferimenti certi per prestazioni ed elevato rapporto q/p.

In conclusione, per entrare in possesso di questo eccellente connubio PANASONIC/ADAM occorre sborsare circa 1.500 €, una cifra che in tutta onestà ci sentiamo di definire ben più che conveniente, termine sollecitato dalla tecnologia e dalle prestazioni in concreto espresse da tale impianto.

Come al solito, ottimi ascolti!!!

 

 

 

 

© 2024, MBEditore – TPFF srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Loading RSS Feed


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest