Featured home Hi-Fi Notizie

In Gran Bretagna le musicassette tornano a crescere

musicassette

10 anni fa avreste mai detto che nel 2019 le vendite di musicassette sarebbero cresciute del 112% anno su anno? Eppure, in UK è successo proprio questo.

È perché il Sony Walkman ha appena compiuto 40 anni? È perché Peter Quill di Guardiani della Galassia non fa altro che ascoltarle? È perché ora potete acquistare un lettore di cassette portatile con tanto di Bluetooth? È perché Sony ha allestito la grande mostra Wall of Walkmans a Tokyo? O è solo una derivazione naturale del ritorno in voga del vinile?

Non ne abbiamo idea e forse è proprio un mix di tutti questi elementi. Sta di fatto che le vendite di musicassette nel Regno Unito non sono mai state così alte dal 2004 a oggi. Secondo infatti i dati di Official Charts e della British Phonographic Industry (BPI), in Gran Bretagna sono state vendute circa 36.000 musicassette da inizio anno a oggi.

Guardando ai titoli più venduti del 2019, le vendite di cassette favoriscono chiaramente gli artisti con una base di fan di lunga data, indipendentemente dal genere. Billie Eilish con When We All Fall Addleep, Where Do We Go? è in cima alla classifica dei primi sette mesi del 2019 con 4.000 musicassette vendute e, sebbene questo mercato di ultra nicchia rappresenti solo lo 0,2% degli album venduti nel Regno Unito quest’anno, le vendite sono in costante aumento, apparentemente con un +112% su base annua.

In Gran Bretagna le musicassette tornano a crescere

La cassetta della Eilish è stata distribuita in UK una varietà di colori in edizione limitata (nero, arancione e verde) e forse anche questo (si sa che i fan più accaniti vogliono avere tutto del loro idolo) ha contribuito ai numeri appena citati. Tra l’altro, a ben pensarci, quando nel 2001 nacque la Eilish, le musicassette erano già quasi scomparse dal mercato discografico.

Il numero due degli album più venduti su cassetta del 2019 è The Balance dei Catfish and the Bottlemen, seguito da Madame X di Madonna al numero tre e da Step Back in Time – The Definitive di Kylie Minogue  al quarto posto, mentre Divinely Uninspired to a Hellish Extent di Lewis Capaldi completa la top 5.

Non sappiamo se questo fenomeno sia relegato solo alla Gran Bretagna o anche ad altri Paesi europei e agli USA, ma ci viene davvero difficile, al di là del semplice fattore nostalgico, capire il perché di questo risveglio improvviso di acquirenti di cassette, che come comodità, praticità, durata e qualità audio rimangono tra i supporti fisici peggiori di sempre.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    © 2020, MBEditore, riproduzione riservata.

    MBEditore network

    AF Theater, la tua location per test ed eventi. Clicca per info e costi


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest