AF Gaming AF Gaming slider Hardware News Notizie Personal computing

Monitor Asus ROG Swift PG259QN

Monitor Asus ROG Swift PG259QN

L’Asus ROG Swift PG259QN è il primo IPS in assoluto a raggiungere quota 360 Hz anche se con qualche limite nella gestione del  segnale

L’Asus ROG Swift PG259QN è il primo monitor a raggiungere la vetta del refresh rate di 360 Hz, pronto a restituire un grado di nitidezza del movimento diverso da qualsiasi monitor LCD visto sino a oggi, sfondando letteralmente la barriera dei 240 Hz che parevano un limite non così facilmente valicabile. Per giunta il risultato è stato ottenuto basandosi su una tipologia di pannello IPS (In Plain Switching), detronizzando di fatto la supremazia degli schermi TN (Twister Nematic).

Design aggressivo e un po’ alieno col solito LED RGB sul dorso in linea con la line-up del brand, il supporto utilizza una struttura in metallo di alta qualità per i punti di appoggio, sebbene il resto del materiale di cui è composto il display sia per lo più in plastica, con cornice sottile e un bel colpo d’occhio.

Monitor Asus ROG Swift PG259QN

Con ampia possibilità di movimento, inclusa la regolazione dell’altezza e il movimento sul perno, notevole stabilità della base che dovrebbe assorbire eventuali vibrazioni indotte dalla digitazione su tastiera. Posteriormente sul lato destro avendo di fronte lo schermo è presente il solito pulsante jogger di navigazione e svariate funzionalità per servire le esigenze del gamer tra timer, mirini, contatori FPS, strumenti di allineamento del display, amplificazione delle ombre e filtri a luce blu col set di affinamento cromatico. Due sole porte disponibili, una DisplayPort e una HDMI, ma se si vorrà raggiungere il frame rate di 360 Hz sarà d’obbligo la prima, in quanto l’HDMI non va oltre i 240 Hz. Presente anche un hub USB a due porte e un jack di uscita audio ma nessun altoparlante integrato.

Con un risultato a 360 Hz è evidente che si sia fatto tesoro del passato dei pannelli TN, migliorandoli ulteriormente e arrivando a superarli. I limiti però non mancano, anche perché un monitor che viaggia a 360 Hz di refresh rate al momento ne impone diversi: a partire dalle dimensioni, qui poco al di sotto dei 25” pollici, e la risoluzione dell’immagine che non va oltre il formato 1920 x 1080, la compatibilità HDR resta limitata dalla stessa gamma di colori, il livello dei neri non può arrivare a sorprendere quanto per esempio il tempo di risposta di un solo millisecondo. 1000:1 il contrast ratio. Chi immaginava che l’unità sarebbe stata rumorosa causa ventole sappia che il raffreddamento qui è di tipo passivo, quindi silenzio garantito. L’Asus PG259QN è un monitor che utilizza un modulo G-Sync completo per la funzionalità di sincronizzazione adattiva.

Monitor Asus ROG Swift PG259QN

Display particolarmente avanzato che ha viaggiato pressoché in parallelo con la campagna di comunicazione in combinata con le nuove schede grafiche della serie RTX 30 GeForce di Nvidia. Di fatto però non ci sono accordi di esclusiva in tal senso, anche perché questo monitor dispone di modulo G-Sync con supporto alla sincronizzazione adattiva, in grado di confrontarsi anche con frequenze di aggiornamento variabili su schede grafiche come le AMD e altri dispositivi con variable refresh rate.

Al di là dei dati più da laboratorio resta tutto da vedere quanto sia effettivamente migliore una visione a 360 Hz rispetto a una a 240 Hz. Presente anche il supporto all’ULMB (Ultra Low Motion Blur), firma tecnologica Nvidia relativa alla gestione della retroilluminazione per ridurre la sfocatura, ma per il momento è una funzione operativa al massimo a 240 Hz e non superiore. Disponibile da questo mese, prezzo americano di 600 dollari. Link al sito Asus.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    © 2020, MBEditore, riproduzione riservata.


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest