Audio portatile Featured home Notizie

Astell&Kern A&norma SR25: il player audio hi-res da battere

Astell&Kern A&norma SR25: il player audio hi-res da battere

Successore dell’acclamato SR15, il player audio hi-res Astell&Kern A&norma SR25 promette ancora di più in termini di audio e supporto nativo per l’alta risoluzione

Tra progressi nelle prestazioni, nell’usabilità e nel supporto dei file, l’Astell & Kern A&norma SR15 mantiene alto lo standard del produttore coreano e va nella giusta direzione. Offre più raffinatezza (piuttosto che una rivoluzione su vasta scala) rispetto all’AK70 MK II, il tutto a un prezzo davvero imbattibile considerando anche l’elevato livello di costruzione.

Così terminavano nel settembre del 2018 la recensione del player audio portatile Astell & Kern A&norma SR15 premiandolo con il massimo dei voti. D’altronde Astell & Kern non ci ha mai delusi quando si tratta di player audio hi-res e c’è quindi molta curiosità attorno all’A&K SR25 appena annunciato. Anche perché parliamo del DAP hi-res più economico della gamma del produttore coreano, che arriverà in Italia nelle prossime settimane a un prezzo vicino ai 700 euro (attendiamo dal distributore Audiogamma il prezzo ufficiale).

Certo, definire 700 euro un prezzo economico per un player audio portatile può suonare strano, ma consideriamo che l’SR25 punta a migliorare le prestazioni già elevatissime del suo predecessore quasi allo stesso prezzo. Tanto per cominciare parliamo di un DAP portatile con il supporto nativo per file DSD256 e file PCM fino a 32 bit/384 kHz, quando invece il precedente SR15 eseguiva il downsampling dei file a 32 bit a 24 bit e convertiva i file DSD128 in PCM a 24 bit/176 kHz. L’SR25 è inoltre il primo player audio di Astell&Kern a supportare il codec Bluetooth LDAC ad alta risoluzione di Sony.

Astell&Kern A&norma SR25: il player audio hi-res da battere

Se poi il doppio DAC è lo stesso del modello di due anni fa (Cirrus Logic CS43198 Master Hi-Fi), a bordo dell’SR25 troviamo una CPU quad-core più veloce e circuiti di nuova concezione per migliorare la qualità del suono. Lo schermo HD da 3,6 pollici non dovrebbe discostarsi molto da quello dell’SR15 se non per le dimensioni (il precedente era da 3,3’’), mentre la durata della batteria dovrebbe raggiungere 21 ore con una carica, là dove l’SR15 si limitava a 8 ore (e in ogni caso l’SR25 ha l’autonomia più elevata di qualsiasi altro DAP portatile di Astell& Kern).

È stata inoltre sviluppata una nuova modalità di esecuzione per ottimizzare automaticamente la modalità di memoria del sistema in base alla dimensione dei dati del brano riprodotto. Secondo il produttore questo metodo impedisce di perdere la qualità del suono nel processo di trasmissione dei dati durante la riproduzione di file ad alta risoluzione.

Troviamo poi, oltre all’inconfondibile estetica tipica di A&K e all’altrettanto immancabile chassis in alluminio, Android 9.0 come sistema operativo, che tra le altre cose consente l’installazione di app di streaming tramite Open APP. Non manca il supporto per la tecnologia MQA e le uscite audio sono due, una sbilanciata da 3,5mm e una bilanciata da 2,5mm. Il Wi-Fi n e il Bluetooth 4.2 con aptX HD chiudono le specifiche tecniche di un player audio hi-res che potrebbe davvero diventare una delle sorprese dell’anno per tantissimi audiofili. E naturalmente non vediamo l’ora di averlo tra le mani.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest