UNIVERSALGRANDE CINEMA 4K
Audio portatile Featured home Hi-Fi Notizie

Cuffie e auricolari wireless? Conta soprattutto la qualità audio

airpods 2

La nuova edizione del report State of Play di Qualcomm fa emergere diversi aspetti interessanti sul mercato di cuffie e auricolari wireless.

La terza edizione del report State of Play di Qualcomm si è concentrata sulle aspettative e sulle preferenze degli utenti nei confronti dell’audio wireless, con un’attenzione particolare rivolta ad auricolari, cuffie e speaker Bluetooth.

Il sondaggio è stato effettuato dal produttore americano su 4000 possessori di smartphone negli USA e in Gran Bretagna e ha rivelato, come prima cosa, che il 53% degli intervistati possiede o vuole comunque acquistare auricolari completamente wireless, sul modello degli Apple AirPod, dei [amazon_textlink asin=’B01F44OSRM’ text=’Motorola Verve Ones+’ template=’ProductLink’ store=’ad04f-21′ marketplace=’IT’ link_id=’4705ca1f-8be6-11e7-8fd0-b3532c3e3676′] e degli [amazon_textlink asin=’B01J1HJMEC’ text=’Onkyo W800BT’ template=’ProductLink’ store=’ad04f-21′ marketplace=’IT’ link_id=’5503f0bc-8be6-11e7-b6f2-f3c69b23730d’].

Cuffie e auricolari wireless? Conta soprattutto la qualità audio
Apple AirPod

Il 67% dei rispondenti USA e poco meno della metà di quelli britannici si sono inoltre detti interessati a cuffie o auricolari wireless con al loro interno un assistente virtuale, come già succede ora ad esempio con l’integrazione di Siri negli Air Pod. Tra l’altro anche Google, a quanto pare, sta sviluppando auricolari in stile AirPod con Assistant integrato.

Quando invece si tratta di scegliere cuffie o auricolari Bluetooth, il primo elemento di cui si tiene conto è la qualità audio (78%). Un’ottima notizia per Qualcomm e per i suoi codec Bluetooth aptX e aptX HD sviluppati proprio per migliorare la qualità del segnale wireless. Tra l’altro quello della qualità audio è il requisito che Qualcomm ha notato in maggior crescita tra l’edizione del report del 2014 e quella di quest’anno.

Cuffie e auricolari wireless? Conta soprattutto la qualità audio
B&W P7 Wireless

D’altronde, con sempre più produttori che stanno già (o lo faranno presto) togliendo il jack audio da 3,5mm dai loro smartphone di fascia alta, la necessità di godere di una resa audio di poco inferiore o pari a quella che si avrebbe con auricolari cablati si sta facendo sentire sempre di più. Già oggi comunque prodotti come le cuffie B&W P7 Wireless e gli in-ear Bose QuiteControl 30 si sono dimostrati in grado di competere con le controparti cablate e non sono certo gli unici modelli a riuscire in questo intento.

Altri elementi che entrano in gioco in fase di pre-acquisto sono l’autonomia (70% degli utenti USA e 50% di quelli britannici) e non è difficile capirne il motivo, soprattutto per chi proviene da prodotti cablati che non hanno mai avuto questi problemi. Dopotutto auricolari piuttosto costosi come i già citati Apple AirPod e Onkyo W800BT offrono rispettivamente un massimo di 5 e 3 ore con una carica, che non è proprio il massimo per chi vuole ascoltare musica nel corso di un’intera giornata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest