App Notizie

Cinque app per gli amanti del selfie

Che sia il vezzo del ‘ritocchino’ digitale o il desiderio di divertirsi, le app per modificare i selfie spopolano, e ce ne sono di molto interessanti

È da poco trascorsa la giornata mondiale dei selfie, arrivata alla settima edizione dopo che prese forma concreta l’idea del deejay statunitense Rick McNeely e che quest’anno ha raccolto quasi mezzo milione di contenuti su Instagram legati alla parola chiave #NationalSelfieDay. Il selfie però non è un termine nato recentemente ma risale a quindici anni fa e attribuito all’idea dello scrittore Jim Krause anche se prese a circolare qualche anno più tardi, con l’arrivo dell’iPhone4 che vedeva la presenza di una camera digitale anteriore. È invece di sette anni fa l’inserimento all’interno dell’Oxford English Dictionary, con un travolgente dilagare di autoscatti singoli o in compagnia in virtù della spinta dei molti social network. Ma quali sono i programmi più gettonati dagli appassionati di autoscatti per migliorare il risultato finale?

Perfect365, disponibile per iOS e Android, spinge nella direzione della bellezza a tutti i costi, concepito per offrire il massimo miglioramento e foto ritocco possibili sfruttando la realtà aumentata. Svariati strumenti relativi al make-up, centinaia di impostazioni predefinite e un banco colori per scatenare la fantasia tra consigli di bellezza e una potenza elaborativa superiore offrendo la possibilità di regolare l’intensità di ogni effetto sfruttando un dispositivo a scorrimento. Inoltre questa app propone alcuni modelli di tendenza pensati in base ai look delle celebrità del momento.

selfie

Facetune2 ha addirittura superato i cento milioni di download, compatibile Android e iOS, con una vasta offerta di strumenti per correggere per esempio i difetti della pelle, sbiancare i denti, modellare il volto e intervenire anche in misura pesante al fine di illuminare la scena con risultati con un elevato livello di potenziale intervenendo sulla sorgente luminosa, rimuovere ombre e bagliori e persino agire sulla color correction e palette cromatica. Viste le potenzialità c’è altrettanto rischio di calcare troppo la mano, per cui si può sempre tornare sui propri passi e confrontare il prima col dopo.

Altra app, sempre Android e iOS, per migliorarsi sino all’inverosimile è Cymera, con una vasta selezione di filtri e uno stuolo di effetti speciali accompagnato da centinaia di strumenti per perfezionare capelli e trucco. Con questo specifico programma l’alterazione dell’immagine parte dall’obiettivo stesso, con sette a disposizione per correggere ma anche distorcere. Se si mirasse non solo alla bellezza ma anche al divertimento con Cymera ci sono effetti, sfondi e sticker per scatenare la propria fantasia.

selfie

AirBrush è un’applicazione per intervenire sul foto ritratto che vanta un’interfaccia semplice e che invita all’intuizione. Si può agilmente mettere mano a toni colore, luci, ombre per risaltare la bellezza e filtrare ciò che non piace del selfie. Si può manipolare la scena dello scatto fino a rendere il risultato piacevole quanto lontano dalla realtà, eppure ancora credibile, anche solo aggiungendo i trucchi nel caso in cui non ci si fosse potuti preparare prima.

A proposito di divertimento e scatti fuori dal comune c’è anche l’app Lensical. In questo caso la trasformazione non è legata al concetto di bellezza assoluta quanto a stupire gli amici sfruttando inaspettati filtri ed effetti. Risultati che restano comunque nella sfera del credibile, trasformando il soggetto con barba e baffi, aggiungere capelli o lasciarlo completamente glabro, aggiungere o togliere anni e cambiare persino il sesso di appartenenza. In questo caso però il programma è scaricabile (gratuitamente) solo per i possessori di smartphone e tablet iOS.

selfie

© 2020, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest