Featured home Hi-Fi Notizie

Italians do it better! Un impianto made in Italy da sogno

P1X Fonte: AM AUDIO

Non siamo solo un popolo di santi e navigatori, siamo anche degli ottimi realizzatori di apparecchi per l’alta fedeltà. A questo proposito, facendo affidamento alla nostra fantasia, abbiamo composto un impianto da sogno rigorosamente made in Italy.

Italians do it better! Se lo diceva Madonna non vedo perchè non dobbiamo ribadirlo anche noi. Un impianto made in Italy da sogno è una cosa assolutamente fattibile e che non ha nulla da invidiare a prodotti esotici. Scopriamo insieme la nostra proposta.

Aida Red
Fonte www.sonusfaber.com

I diffusori.

Le Sonus Faber Aida prendono il nome dalla opera massima di Giuseppe Verdi e sono il modello di punta del costruttore italiano. Si tratta di un diffusore a tre vie e 2/3 come recita il sito internet Sonus Faber ed adotta una serie di brevetti mirati ad offrire una riproduzione sonora senza eguali. La risposta in frequenza dichiarata che parte dai 18 Hz e la tenuta in potenza ( power handling 100w-1kw without clipping) offrono sulla carta una riproduzione completa e tanta pressione sonora . Sull’estetica e sulla qualità della realizzazione crediamo che l’unica cosa che si possa dire ai tecnici Sonus Faber sia: complimenti! Chi le ha viste dal vivo nelle varie manifestazioni pre Covid-19 non potrà che confermare la qualità dei materiali e della costruzione. Qualora decidiate di acquistarle  tenete presente le dimensioni (HXWXD=1725 x 482 x 780 mm) e il peso (165 Kg ea – net weight) .

P1X
Fonte: AM AUDIO
P1X
Fonte: AM AUDIO

L’amplificazione.

L’ AM AUDIO di Attilio Conti ha a listino un trittico che sulla carta promette prestazioni di estremo interesse. Parliamo del preamplifcatore P1X e dei finali monofonici A1000X. Il preamplificatore P1X è un preamplificatore a due telai dal peso di ben 45 kg. Il telaio principale racchiude al suo interno un preamplificatore dual mono bilanciato dotato di display oled e di un potenziometro r2r a 4 sezioni  a relè con 501 passi estremamente preciso. Assenza di controreazione ed un’ottima separazione dei canali sono alcune prerogative di questa macchina. I finali monofonici A1000X nascono con lo scopo di fornire tanta potenza ( 1000 watt su 8 ohm di cui i primi 100 watt in classe A) basandosi su una costruzione perfettamente simmetrica e bilanciata. Il finale utilizza la bellezza di 20 coppie di mosfet Hitachi per ogni sub amplificatore per un totale di 80, i generosi dissipatori permetteranno di dissipare il calore senza problemi di natura termica. Imponente anche il trasformatore da ben 3.000 VA incapsulato e resinato in un contenitore in acciaio. Volendo c’è anche la versione in classe A da 300 watt: a voi la scelta.

Norma CDP-1BRd

Fonte: Norma

 

Le Sorgenti Digitali.

Abbiamo optato per il lettore CD Norma Revo DS-1 che ci ha sempre stupito per linearità e trasparenza. Equipaggiato con due PCM 1704 può contare su un cabinet amagnetico interamente in alluminio realizzato con macchina CNC ed una interfaccia utente facile da usare e veloce. Alimentazioni separate per la parte analogica e quella digitale e uno stadio di uscita a componenti discreti. 5 ingressi digitali, USB, 2 x SPDIF RCA, SPDIF OPTICAL, AES-EBU.

Lector Digicode S-192 Fonte: Lector

 

Per quanto riguarda il DAC le scelte ormai in terra italica sono veramente poche , noi abbiamo optato per il Lector Digicode S192 nella sua ultima versione dotato di usb asincrona e convertitori Burr Brown R2R PCM1704. Ricordiamo  che il Lector gode di un percorso del segnale realmente bilanciato composto da 4 dac e 4 stadi a valvole. 

Grandinote Volta Fonte: Grandinote

Lo streaming lo abbiamo affidato al Grandinote Volta dell’Ingegnere Magri. Il Volta riproduce file audio e audio video da dischi Ethernet e USB. Supporta i file DSD (64x-128x) e PCM (348Khz-32bit) . Volendo potrete usare direttamente il dac interno del Volta e “risparmiare” qualcosina.

Mediterraneo Fonte: Gold Note

La sorgente analogica.

Gold Note e Maurizio Aterini sono da anni sinonimo di giradischi belli e con alle spalle un progetto di realizzazione ben preciso. Il giradischi Mediterraneo B7 Ceramic è il top di gamma dell’azienda toscana Realizzato in legno di noce nazionale invecchiato, il telaio si distingue per elasticità, resistenza e alta densità. La base in legno poggia su tre punte regolabili  in alluminio anodizzato.

PH1000 Fonte: Gold Note

Il braccio B-5.1 fa parte della dotazione del giradischi assieme ad un parapolvere trasparente studiato per essere facilmente rimovibile. Chi volesse il top può sempre pensare al braccio B-7 in ceramica e titanio e sempre nell’ottima di ulteriore upgrade si può scegliere l’alimentatore opzionale PST-10 al posto di quello di serie. La testina non è inclusa, ma avrete una vasta scelta sempre in casa Gold Note vedi ad esempio i modelli Vasari o Donatello . Concludiamo  con l’ultimo prephono nato in casa Gold Note: il PH-1000 . Il PH-1000 è un prephono sia MM che MC che offre diverse curve di equalizzazione, carichi, capacità e regolazioni ultra-fini. Presente una connessione per collegarlo al super alimentazione esterno opzionale PSU-1000. Ricordiamo infine la presenza di un display grafico a colori.

Ma quanto mi costi?

Quanto abbiamo speso ? molto dipende dalle varie personalizzazioni ed optional,  ad occhio e croce mettendo sul piatto una cifra di circa 175.000 Euro potremmo portare a casa tutto questo ben di Dio e godere di un setup top sia dal punto di vista prestazionale che estetico .

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest