AF Focus Mercati Notizie Persone

MGM nella rete di Amazon – Giochi di potere tra Major

Dopo la comunicazione della fusione tra Warnermedia e Discovery ora tocca a MGM che pare proprio sia in trattative con Amazon

Amazon.com Inc. è in trattative per acquistare la società cinematografica Metro-Goldwyn-Mayer, da sempre “casa” di James Bond, storico marchio fondato nel 1927 da Louis B. Mayer e Samuel Goldwyn che ha dato vita a opere e artisti leggendari. Se ciò accadesse verrebbe a mancare dal mercato uno degli ultimi grandi studi cinematografici indipendenti. Secondo l’insider che ha fatto circolare la notizia l’offerta si aggira sui nove miliardi di dollari, ma nulla è ancora definito, la compravendita potrebbe saltare, come del resto accaduto anche in passato quando la Metro sembrava che da un momento all’altro sarebbe stata assorbita da Disney.

Notizie che serpeggiano per la rete e giungono dopo il pesante scossone che ha visto coinvolto il colosso statunitense delle telecomunicazione AT&T e la fusione da 43 miliardi di dollari tra la controllata WarnerMedia e Discovery. Il risultato quello della nascita di una nuova realtà industriale che alzerà il tiro andando in concorrenza con altri giganti, quelli dello streaming. Ed è sempre più lo streaming a “dirigere l’orchestra” di un mercato in costante e sempre più feroce competizione, spingendo i proprietari delle piattaforme ad arricchire le proprie library a qualsiasi costo.

Amazon

L’entrata in scena di player altrettanto colossali come Paramount+, Disney+ e HBO Max deve aver convinto Amazon a rincarare la dose, ed MGM una realtà in attesa del giusto compratore da tempo. L’esponenziale escalation dello streaming causa pandemia ha altrettanto frenato le nuove produzioni, lasciando a rischio di pesanti ricicli anche i nomi più grossi del “branco di lupi assetati di liquido”, e il vasto catalogo MGM, che possiede anche il canale via cavo Epix, è di quelli da non perdere. Altrettanto inevitabile quindi che tra quest’anno e probabilmente anche il prossimo ci saranno mesi di fuoco in cui l’industria dell’entertainment su piccolo e grande schermo sarà testimone di epocali transizioni.


A pagarne le conseguenze come sempre decine di migliaia di dipendenti con le scrivanie traballanti già a partire dal giorno successivo il termine del blocco dei licenziamenti imposto dal governo. Che i giganti dello streaming avrebbero fatto la voce sempre più grossa misurandosi a colpi di acquisizioni e fusioni era piuttosto facile da immaginare: il rischio che sulla scacchiera del mercato dei media scompaiano sempre più pezzi e “case”, a favore di un’egemonia di pochissimi e alla faccia della pluralità.

amazon

Anche se i media rappresentano solo una parte dell’impero di Jeff Bezos sono un segmento di attività in rapida ascesa, ricordando che solo l’anno scorso Amazon ha investito qualcosa come 11 miliardi di dollari nella produzione di programmi TV, film e musica per i servizi Prime, con un aumento del 40% rispetto all’anno precedente.

E giusto per assicurarsi un “alfiere” combattivo e pronto a dar battaglia il “re” Bezos ha pensato bene di far tornare a bordo il manager di lunga data Jeff Blackburn, che ha da poco assunto il comando dell’intera divisione entertainment di Amazon tra la piattaforma streaming Prime Video, Amazon Studios e la piattaforma Twitch di live streaming. Link ad Amazon Prime Video ed MGM.

© 2021, MBEditore – TPFF srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    • La moto e i socialLa moto e i social

      La moto e i social. Alcuni anni fa avevo scritto un generico pensiero sui cosiddetti leoni da tastiera. Mi sembra… Leggi tutto »

    Pin It on Pinterest