Notizie Tendenze

T Bone Burnett annuncia un nuovo supporto analogico

T Bone Burnett annuncia un nuovo supporto analogico

In arrivo una sorta di “evoluzione” del vinile, chiamata Ionic Original

Sebbene il mercato musicale odierno sia dominato dallo streaming, i supporti fisici quali vinili e cd sono tutt’altro che morti, complice la schiera di appassionati che tutt’oggi acquistano musica.

Proprio riguardo al vinile, è arrivata una notizia che ha sorpreso un po’ tutti. Il produttore T Bone Burnett ha annunciato un nuovo formato di disco analogico. Una sorta di vinile evoluto. “La prima svolta nella riproduzione del suono analogico in oltre 70 anni“, afferma Burnett.

DI COSA SI TRATTA

Il nome è Ionic Original. In buona sostanza, dovrebbe trattarsi di un supporto in alluminio con una sorta di laccatura, simile al vinile ma più resistente. Il suo creatore lo descrive come “Il culmine del suono registrato. È di qualità archivistica. È a prova di futuro. È un pezzo unico. Non solo è l’equivalente di un dipinto, ma è un dipinto. È lacca dipinta su un disco di alluminio, con una spirale incisa dalla musica. Questo dipinto, tuttavia, ha la capacità aggiuntiva di contenere la musica, che può essere ascoltata mettendo una testina nella spirale che viene fatta girare.”


IL PROGETTO

L’obiettivo di questo nuovo supporto sarebbe quello di portare la musica registrata ad un livello qualitativo insuperabile. Questo perché, secondo Burnett: “Il suono analogico ha più profondità, più complessità armonica, più risonanza, immagini migliori. L’analogico ha più sensazioni, più carattere, più tocco. Il suono digitale è congelato. Il suono analogico è vivo.” Probabilmente a T Bone non vanno a genio le tracce suonate in streaming e digitale. Ovviamente la loro qualità non paragonabile a quella di un brano registrato in formato analogico, ragion per cui è probabile ci sia l’intenzione di dare una “nuova vita” al vinile con questo nuovo supporto.

Inoltre, per celebrare questo nuovo formato musicale, Burnett ha creato una società chiamata NeoFidelity, che si occuperà proprio di registrare artisti e distribuire gli Ionic Originals. I dischi “possiedono una profondità, una risonanza e una fedeltà sonora che superano quelle di vinile, CD, streaming o qualsiasi altro mezzo per sperimentare la musica registrata“.

Burnett sarà il primo a sperimentare questo nuovo supporto, andando a rilasciare alcuni suoi brani in Ionic Original. E nello sviluppo di questo progetto sarà aiutato da Bob Dylan, con il quale suonò verso metà anni ’70 nella band Rolling Thunder Revue.

Restano però ancora tante domande. Non si sa bene come sia costruito questo supporto né tantomeno quali strumenti serviranno per leggerlo. Il progetto sembra però essere molto serio, per cui dovremmo avere nuove informazioni in futuro.

© 2022, MBEditore – TPFF srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest