Audio portatile Notizie

Tutto quello che sappiamo sulle prime cuffie di Sonos

In attesa di annuncio ufficiale, Sonos si appresta a esordire nel mercato delle cuffie con un prodotto su cui sono riposte molte aspettative

Mentre pochi giorni fa Sennheiser ha deciso di vendere la propria divisione audio consumer dopo 75 anni di storia, Sonos sta per entrare nel mercato delle cuffie. Un gigante che se ne va (anche se il brand Sennheiser resterà) e un altro che arriva. È poi vero che Sonos non ha alcuna esperienza in ambito cuffie, ma il suo know-how nell’audio consumer è ben noto e apprezzato da molti appassionati e anche se si sa ancora poco sull’esordio del produttore americano nel mercato delle cuffie, abbiamo raccolto tutti i rumor finora emersi.

Tanto per cominciare, le cuffie Sonos dovrebbero essere disponibili prima della fine dell’anno. In un incontro con gli investitori a febbraio, il CEO di Sonos Patrick Spence aveva promesso due nuovi dispositivi Sonos entro fine anno. Il primo è stato lo speaker portatile Sonos Roam e il secondo potrebbe essere proprio le cuffie.

Quanto costeranno? È troppo presto per dirlo, anche se secondo le fonti di Bloomberg si parla di una cifra vicina ai 300 dollari, che le porrebbe leggermente al di sotto degli odierni modelli top di gamma di Sony e Bose e molto al di sotto delle AirPods Max di Apple. Un’ipotesi che ci pare probabile sia perché comunque Sonos non ha mai proposto i suoi speaker e le sue soundbar a prezzi “economici”, sia perché un prezzo ancora più alto per un prodotto di esordio (per quanto valido potrà essere) potrebbe scoraggiare molti utenti e spingerli verso brand già molto apprezzati e conosciuti quando si parla di cuffie e/o auricolari.

Per quanto riguarda invece il prodotto in sé, Sonos dovrebbe proporre (il condizionale è ancora d’obbligo) cuffie wireless over-ear, come mostrato in un brevetto emerso a settembre dello scorso anno (foto d’apertura) che riporta due diversi design; (entrambi mostrano cuffie over-ear con padiglioni ovali leggermente inclinati). Un altro e più recente brevetto, che menziona padiglioni intercambiabili, una porta USB-C e un jack per cuffie da 3,5 mm, mostra anche un aspetto più elegante grazie alle aste dell’archetto che fluiscono direttamente nei padiglioni auricolari esterni (il design originale si basava su una staffa a bilanciere più tradizionale).

sonos

Il primo brevetto punta anche ad alcune nuove funzionalità piuttosto interessanti come Swap, che consente alle cuffie di funzionare perfettamente con gli speaker Sonos. In pratica, quando tornate a casa ascoltando le cuffie, potrete passare direttamente e immediatamente all’ascolto sul vostro speaker casalingo Sonos senza che la musica si interrompa. Una feature che tra l’altro ha fatto il suo debutto quest’anno con il Sonos Roam.

Oltre a questo, il brevetto riporta il controllo dell’assistente vocale di turno e il controllo del volume e della riproduzione direttamente sui padiglioni (non sappiamo se in modalità touch o tramite pulsanti fisici), oltre a un immancabile microfono (o forse più di uno) per le chiamate. Ci aspetteremmo anche una cancellazione attiva del rumore (ANC), meglio ancora se a vari livelli selezionabili dall’utente. Uno dei modelli del brevetto menziona proprio una rotellina che darebbe all’utente il controllo sull’ANC. Le cuffie Bose Noise Cancelling 700 offrono ben 10 livelli di ANC tra cui scegliere: Sonos non deve necessariamente spingersi a questi livelli, ma un po’ di controllo non farebbe certo male.

Infine, la durata della batteria. Le AirPods Max assicurano 20 ore tra una ricarica e l’altra, mentre le Sony WH-1000XM4 si spingono fino a 30 ore. Sonos potrebbe fornire un valore compreso tra queste due durate, anche se molto dipenderà dal tipo di funzionalità offerto dalle cuffie. I rumor si fermano qui, ma sono già abbastanza per creare il giusto hype verso un prodotto che, per forza di cose (la concorrenza è davvero spietata in questo settore), dovrà proporre qualcosa di innovativo e di particolare per conquistare le orecchie e i portafogli degli appassionati. Perché se è vero che finora Sonos non ha quasi mai deluso con i suoi speaker e le sue soundbar, le cuffie sono tutto un altro discorso e non è detto per forza che Sonos faccia rima con eccellenza anche quando si tratta di padiglioni, archetti e cancellazione del rumore.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest