AF Focus Tecnologie

Mini amplificatori in classe D: quando piccolo è bello

Mini amplificatori in classe D: quando piccolo è bello

Abbiamo scelto per voi quattro mini amplificatori stereo in classe D dai 30 ai 130 euro e dalle insospettabili capacità sonore. Ascoltare per credere

Anche a noi piace molto parlare di amplificatori hi-fi e hi-end di un certo livello, ma siamo anche consci che, soprattutto in un periodo come questo, non molti possano permettersi di spendere migliaia di euro per la loro passione. Ecco perché abbiamo deciso di fare questa breve guida all’acquisto su alcuni dei mini amplificatori in classe D più economici (ma ben suonanti) oggi sul mercato, scegliendo tre modelli facilmente acquistabili su Amazon che potrebbero sorprendere più di un appassionato per il loro rapporto qualità-prezzo.

In un amplificatore in classe D i transistor funzionano come semplici interruttori con il compito di inviare la corrente in direzione del carico, perdendo, di fatto, pochissima potenza. Il calore che si genera all’interno di un amplificatore in generale richiede dissipazione, la quale viene sottratta all’amplificazione audio. In un amplificatore di classe D, i dissipatori sono ridotti o addirittura possono non essere presenti, con il risultato di amplificatori estremamente compatti e con un’efficienza che molto spesso si aggira sul 90%. Un dato ben più alto dei più tradizionali amplificatori in classe AB, che pur offrendo prestazioni molto spesso ottime si avvicinano a una efficienza che va dal 50% al 70%.

Lepai LP-2020 

Mini amplificatori in classe D: quando piccolo è bello

Il Lepai LP-2020 costa appena 35 euro ed eroga una potenza nominale di 20 watt per canale da uno chassis che misura meno di 15 centimetri di larghezza. Ha controlli dei bassi e degli acuti con un ingresso analogico per computer o un tablet, uno smartphone dotato di jack per cuffie o un ricevitore Bluetooth. È un amplificatore dall’aspetto piuttosto scadente e la quantità effettiva di potenza dipenderà dall’alimentatore che userete, ma è sufficiente per alimentare la maggior parte dei diffusori a livelli ragionevolmente alti.

Facmogu F900 

Mini amplificatori in classe D: quando piccolo è bello

Il Facmogu F900 da 50W per canale è tra i più piccoli in assoluto tra questi mini amplificatori in classe D e costa poco meno di 40 euro. Sembra un pacchetto di sigarette realizzato in alluminio anodizzato e dotato di manopola del volume e connettori per diffusori. Sul retro l’F900 ha un ingresso analogico da 3,5mm e fornisce addirittura connettività Bluetooth. Ovviamente non aspettatevi la potenza o la chiarezza di un amplificatore convenzionale di alta qualità, ma per quello che costa non ci si può davvero lamentare.

Topping MX3

Mini amplificatori in classe D: quando piccolo è bello

Qui si sale di prezzo (129 euro) e logicamente aumentano anche la qualità e il numero di connessioni e feature. Il Topping MX3 è poco più grande del Lepai, ma raddoppia la potenza (40W per canale) ed è decisamente più completo, offrendo Bluetooth, ingressi digitali, un jack per cuffie, un piccolo display frontale e un’uscita subwoofer.

Fosi Audio T20 

Mini amplificatori in classe D: quando piccolo è bello

A metà strada come prezzo vi consigliamo il Fosi Audio T20 a 77 euro. Si tratta di un mini ampli in classe D con Bluetooth 4.2 AptX, potenza di 50W per canale su un carico di 4 Ohm, controllo dei toni, uscita cuffie, ingresso analogico RCA e due valvole 6J4 per la preamplificazione, che possono comunque essere sostituite a piacere con diversi altri modelli per trovare le sfumature sonore che più vi piacciono.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    © 2021, MBEditore, riproduzione riservata.

    MBEditore network

    AF Theater, la tua location per test ed eventi. Clicca per info e costi


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest