UNIVERSALGRANDE CINEMA 4K
Featured home Mobile Notizie

Tutto quello che dovete sapere su Android Go

android go

Al Mobile World Congress 2018 di Barcellona si sono visti i primi smartphone con a bordo Android Go. Cos’è questa nuova versione di Android e quali telefoni la montano?

Dovremo aspettare fino all’estate per conoscere quello che sarà Android P (Pistachio Ice Cream, Popsicle o qualsiasi altro “dolce” sceglierà Google), ma nel frattempo c’è Android Go, una versione ottimizzata e rivolta soprattutto agli smartphone più economici. Questa release particolarmente “snella” di Android occupa meno spazio e pesa molto meno sul processore, in modo che anche il vostro smartphone da 100 euro (o anche meno) possa gestire tutti i principali task di Android senza particolari sforzi.

Cos’è Android Go?

La versione che viene rilasciata al pubblico è ufficialmente nota come Android Oreo (Go Edition), sigla che aiuterà a differenziarla dalle build successive. Android Go promette di fatto prestazioni più rapide su dispositivi mobile con 1 GB di RAM o anche meno. Questo perché gli smartphone con Androig Go hanno a bordo un numero inferiore di app preinstallate e ciò li rende meno “intasati”. Questo tra l’altro ha anche il vantaggio aggiuntivo di fornire all’utente più spazio di archiviazione… e a chi non piace avere più storage?

Anche le singole app occupano meno spazio (circa il 50% in meno secondo Google) e richiedono meno risorse da parte del processore rispetto alle app Android standard. Con aggiornamenti e download particolarmente leggeri, Android Go dovrebbe quindi assicurare prestazioni più che decenti su smartphone che, con una versione tradizionale di Android, faticherebbero a fare qualsiasi cosa.

È un’idea simile a quella di Android One, una versione pura di Android senza bloatware. Mentre Android One ha iniziato a diffondersi inizialmente in mercati emergenti come l’India, da allora ha riscontrato un certo successo anche in Occidente. Tra l’altro gli smartphone con a bordo Android One possono essere di livello medio alto come l’HTC U11 Life e, a differenza di Android Go, non hanno a bordo versioni più snelle e leggere delle app.

Quali applicazioni sono disponibili per Android Go?

Visto che parliamo di Android, le app di Google sono le prime ad essere ottimizzate per Go. Files Go ad esempio è una nuova app di Google che consente di trovare rapidamente file ed eliminare qualsiasi contenuto indesiderato per aiutare a liberare spazio nella memoria dello smartphone. Google Go riunisce alcune delle funzioni Google più utilizzate come la ricerca web, la ricerca vocale e la ricerca di immagini, YouTube, Google Weather, Google Traduttore e Google Maps.

Tutto quello che dovete sapere su Android Go

Google Assistant Go è invece una versione ridotta di Google Assistant, l’assistente vocale della grande G che abbiamo ormai imparato a conoscere e che si sta diffondendo sempre di più anche al di fuori degli smartphone. Google Assistant Go può rispondere alle vostre domande, impostare i timer e altro ancora e ora può farlo anche su smartphone di fascia bassa.

È probabile che a queste app manchino alcune funzionalità che si trovano nei loro equivalenti in versione Android classico, ma dovremo aspettare di avere tra le mani uno smartphone con Android Go per vedere queste differenze. Anche le versioni complete di Gboard e del browser web Chrome sono preinstallate. Gboard è una tastiera software di Google con correzione automatica, dettatura vocale, GIF, emoji e 220 lingue tra cui scegliere. Chrome è invece il browser che conosciamo già, inclusa la funzione che limita l’utilizzo dei dati in background.

Quali smartphone hanno a bordo Android Go?

Tutto quello che dovete sapere su Android Go

I primi smartphone Android Go sono stati annunciati in questi giorni al Mobile World Congress 2018. Il più chiacchierato finora è forse il Nokia 1, un telefono giovane, simpatico e colorato con cover Xpress-on sostituibili e un prezzo vicino ai 100 euro. Anche il produttore cinese ZTE è salito sul carrozzone Android Go con ZTE Tempo Go, dotato di un chipset Qualcomm Snapdragon 210 e 1GB di RAM. Per ora è stato annunciato solo per gli Stati Uniti al prezzo di 79 dollari (circa 65 euro).

Alcatel 1X è un altro smartphone di basso profilo, sebbene si distingua dalla massa grazie alla sua funzione di riconoscimento facciale. Non aspettatevi i livelli di funzionalità di un Face ID, ma è pur sempre un extra notevole su un dispositivo di livello budget. Altri smartphone Android Go annunciati a Barcellona comprendono il LAVA Z50 (per il mercato indiano), il Micromax Bharat Go e i modelli di Transsion per il mercato africano. I primi telefoni Android Go saranno in vendita ad aprile e, se avranno il successo sperato da Google, potrebbero mandare davvero (e definitivamente) in pensione i feature phone da poche decine di euro.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest