AF Casa Featured home Notizie

IFTTT: l’ “Internet delle cose” è realtà

IFTTT

Mettere in comunicazione dispositivi digitali e servizi online completamente diversi tra di loro è possibile, con IFTTT, per creare interazioni nuove che in origine non erano state nemmeno pensate

Attraverso le applet create dagli utenti, IFTTT svolge le funzioni di un maggiordomo virtuale mettendo in comunicazione due o più servizi (o dispositivi), facendo fare loro qualcosa che normalmente non farebbero.

Uno dei principi cardine del mondo dei computer risiede nello if statement, un termine tecnico che significa “se accade questo, allora fai quello”. IFTTT, acronimo di If This Then That, ne estende i limiti mettendo in connessione servizi di diverse aziende in modo automatico, svolgendo per noi compiti ripetitivi in modo del tutto trasparente. Se accade questo, allora fai quello.

Immaginiamo di volere salvare i nostri post di facebook o instagram su google drive, oppure di sfruttare il nuovo sensore smart di apertura porta per far sì che, ogniqualvòlta varchiamo la soglia di casa, si accendano le luci oppure si avvii la riproduzione della musica sul cellulare. Estendendo il concetto, se la porta dovesse aprirsi quando non ci siamo, sarebbe utile poter ricevere un’email piuttosto che un sms che ci avvisi dello spiacevole evento.

Registrandosi gratuitamente sul sito ufficiale è possibile cercare, fra gli innumerevoli servizi messi a disposizione, quelli dei dispositivi che ci interessano. Nella figura sottostante ho riunito i principali e più famosi, ma l’elenco è davvero lungo e in costante aumento.

Ifttt e servizi

Un esempio delle potenzialità di IFTTT

Molti nomi sono familiari, vero? Per vedere tutte le azioni possibili è sufficiente selezionarne uno qualsiasi.

Io, ad esempio, ho creato un applet che mi permette di comandare attraverso Alexa, la music station del mio server Qnap, superando così il limite principale del dispositivo di casa Amazon, cioè quello di non essere compatibile con lo standard dlna in maniera nativa (se non abilitando delle skill di terze parti). Una volta indicati i nomi di ciò che voglio mettere in comunicazione, mi sono state richieste le credenziali d’accesso e, in questo caso, su quale interfaccia audio voglio riprodurre la musica.

Basta scegliere poi una parola di attivazione, come ad esempio “musica locale” per far partire la riproduzione della mia libreria musicale senza dovere ricorrere allo streaming online, grazie al mio maggiordomo virtuale IFTTT. Potete anche sbizzarrirvi con nomi strani purché vengano recepiti dal vostro assistente virtuale.

Il programma principale è in inglese e prevede di pronunciare “Alexa trigger”, ma per noi utenti italiani, la parola da dire è “attiva”, pertanto la frase da comunicare è Alexa attiva e poi la parola chiave:

“Alexa attiva musica locale”

 

ifttt_servizi da smartphone

My services direttamente dallo smartphone

IFTTT è disponibile anche per dispositivi Android e iOS e permette di “connettere tutto” esattamente come recita lo slogan principale di ifttt.com

Creazione di un’applet personalizzata

Per farlo, basta entrare nell’app e cercare i servizi che ci interessano, ad esempio box e instagram, per trovare molte applet già pronte, oppure crearne di nuove cliccando sul tasto create. Al termine del processo e, dopo avere inserito le nostre credenziali dei servizi che vogliamo collegare, sarà sufficiente cliccare sul tasto CONNECT per abilitare il nostro maggiordomo virtuale.

creazione applet ifttt

La creazione di un’applet

Poiché moltissimi utenti hanno già effettuato connessioni simili in precedenza, è possibile utilizzare le loro routine per applicarle alle nostre esigenze. L’aspetto interessante è che possiamo dire al nostro maggiordomo virtuale di avvisarci tutte le volte che entra in azione una specifica applet tramite il menu “my activity”, il quale ci informa anche dell’eventuale fallimento per un determinato motivo, ad esempio qualora i server fossero offline o se, avessimo cambiato la password di un nostro account sullo smartphone dopo avere creato la connessione con IFTTT.

Il maggiordomo virtuale IFTTT, pur essendo disponibile solo inglese, è molto semplice da gestire perché fa una cosa sola e la fa molto bene.

E’ gratuito per tutti e prevede un’opzione a pagamento che estende le caratteristiche di base permettendo di eseguire più azioni in contemporanea al determinarsi dell’evento designato. Se accade questo, allora fai questo ma anche quest’altra azione e così via.

Le potenzialità sono incredibili e variano dall’essere avvisati per sms quando una diretta del nostro canale twitch preferito va in onda al salvare i video preferiti di youtube direttamente sul nostro google drive, dal creare una playlist su spotify nel momento in cui il nostro cantante preferito pubblica un nuovo video, oppure ancora nel creare una sequenza di luci soffusa quando suona una canzone specifica su spotify per una serata romantica o spegnere la riproduzione audio dei dispositivi Sonos nel momento in cui usciamo di casa.

Riuscite a immaginare tutte le possibili combinazioni?

Stay tuned.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest