Featured home Hi-Fi Notizie

McIntosh MB20: il ricetrasmettitore Bluetooth di classe superiore

Non costa poco, ma il ricetrasmettitore Bluetooth McIntosh MB20 promette di portare l’ascolto wireless anche sui sistemi hi-fi più vecchi con la massima qualità audio

McIntosh ha annunciato il ricetrasmettitore Bluetooth MB20, soluzione per aggiungere funzionalità di streaming Bluetooth a praticamente qualsiasi sistema audio domestico McIntosh (o non McIntosh) di qualsiasi epoca per riprodurre musica memorizzata sullo smartphone o dai servizi di streaming preferiti. Come trasmettitore/ricevitore, l’MB20 è stato progettato come dispositivo Bluetooth di Classe 1 e ciò significa che può funzionare a una distanza massima di 45,7 metri in condizioni ideali con ostacoli limitati.

Questo primo ricetrasmettitore Bluetooth del produttore americano è dotato di diversi ingressi e uscite analogiche e digitali per collegarlo al sistema audio di casa, tra cui ingressi e uscite bilanciati che lo rendono uno dei pochi ricevitori-trasmettitori Bluetooth sul mercato a offrire questo tipo di connessioni. L’MB20 utilizza Bluetooth 5.0 con supporto sia per lo standard Advanced Audio Coding (AAC), sia per l’aptX HD per la riproduzione audio wireless ad alta risoluzione.

McIntosh MB20

Quando viene utilizzato come ricevitore, l’MB20 utilizza un DAC a 32 bit ad alte prestazioni con elaborazione interna a 192 kHz; se utilizzato in combinazione con un DAC esterno separato, l’uscita digitale dell’MB20 è fissata a 96kHz per essere compatibile con la maggior parte dei DAC di terze parti al fine di massimizzare le prestazioni e mantenere l’integrità del segnale audio. Quando invece è in modalità trasmettitore, utilizza un convertitore analogico-digitale (ADC) ad alte prestazioni con rapporto segnale/rumore (SNR) di 110 dB.


McIntosh ha fornito alcuni esempi pratici per far capire meglio il funzionamento dell’MB20.

  • In modalità Ricevitore, è possibile eseguire lo streaming sull’MB20 tramite Bluetooth da qualsiasi dispositivo compatibile con funzionalità di streaming Bluetooth; questo audio può quindi essere riprodotto attraverso il vostro sistema McIntosh indipendentemente da quando è stato realizzato il vostro amplificatore o preamplificatore.
  • In modalità Trasmettitore è possibile riprodurre in streaming la musica memorizzata su un supporto fisico, come CD o dischi in vinile, a cuffie o speaker Bluetooth.
  • Se nella propria abitazione sono presenti più sistemi audio nel raggio di portata uno dall’altro, una terza opzione consiste nell’aggiungere un MB20 a ciascun sistema e impostarne uno in modalità Trasmettitore e gli altri in modalità Ricevitore. Quindi è possibile riprodurre in streaming la musica memorizzata su un supporto fisico, ad esempio da un lettore CD o da un giradischi, da un sistema all’altro della casa. Oppure, se è necessario un collegamento audio ad alte prestazioni da una parte all’altra della casa ma non è possibile far passare i cavi, due MB20 collegati in modalità wireless in questo modo potrebbero creare un bridge di codifica/decodifica wireless completo.

Il Mcintosh MB20 sarà disponibile entro fine mese negli USA e in Canada per poi arrivare nelle settimane successive nel resto del mondo. In attesa di scoprire il prezzo per l’Italia, quello USA è fissato a 500 dollari. Non poco se pensiamo alla stragrande maggioranza di ricetrasmettitori Bluetooth “cinesi” sul mercato, ma quando c’è di mezzo McIntosh questi paragoni non hanno molto senso.

© 2021, MBEditore – TPFF srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest