Featured home Notizie TV

Pannelli OLED sempre meno costosi: più pollici… meno Euro

pannelli oled

Grazie a un processo produttivo sempre più efficiente e meno “sprecone”, i pannelli OLED di LG Display costeranno sempre meno

È un report molto interessante quello proposto da Display Supply Chain Consultants (DSCC) sui costi dei pannelli OLED di nuova generazione, che grazie a una particolare tecnologia produttiva costeranno sempre meno e incideranno quindi in positivo anche sui prezzi al cliente finale, con i primi risultati che si vedranno già nelle line-up di TV OLED di quest’anno.

La prima cosa che salta all’occhio leggendo l’analisi di DSCC è la presenza di tre nuovi formati di pannelli OLED prodotti da LG Display: il modello da 83″ della gamma LG C1 e di quella Sony A90J svelato al CES 2021, il 42″ annunciato negli stessi giorni sempre da LG Display e un inedito 31″ con risoluzione Full HD, che diventerebbe quindi il TV OLED più economico di sempre e che non va confuso con il pannello Ultra HD da 31,5’’ che monterà il monitor professionale LG UltraFine Display OLED Pro annunciato sempre a gennaio.

Gli attuali costi di produzione dei pannelli OLED di LG Display

Per quanto riguarda il modello da 83″, il costo di produzione è di 1.150 dollari contro i quasi 1.200 dollari per il pannello da 77″. Apparentemente un controsenso, ma il costo minore del pannello più grande è dovuto alla tecnologia produttiva Multi Model Glass (MMG) attualmente in uso solo nello stabilimento LG Display di Guangzhou in Cina, che consente di ottimizzare l’uso delle lastre madre e di ridurre al minimo gli scarti.

Se si applicasse la tecnologia MMG anche ai pannelli da 77’’, che però al momento vengono prodotti nella fabbrica coreana di LG Display con un altro processo produttivo più tradizionale e meno avanzato, questi potrebbero scendere anche sotto i 1000 dollari, con quindi un calo del 20% sui costi attuali.

Sempre grazie alla tecnologia MMG, che contribuirebbe a ridurre lo scarto di una lastra madre al 13% contro il 30% attuale, DSCC prevede risparmi notevoli sui costi di produzione anche per i pannelli OLED Ultra HD da 42’’, che passerebbero dagli attuali 250 dollari a pannello a poco meno di 200 dollari nel 2026. L’ottimizzazione e l’efficienza nel taglio delle lastre madri porteranno a risparmi significativi anche sui costi dei pannelli OLED da 48’’ (circa 300 dollari a pannello).

TV OLED LG CX

Non c’è quindi da stupirsi se, grazie a questa nuova tecnologia e all’aumento produttivo portato da nuove linee di produzione (come quelle nella fabbrica coreana di Paju attese entro fine mese), LG Display potrebbe spingersi a fine anno a 7-8 milioni di pannelli OLED prodotti, ovvero circa il doppio rispetto al 2020.

Ma quando vedremo i primi effetti di queste novità sui nostri portafogli? In realtà già da qualche mese. Il TV OLED LG C1 da 83’’ previsto per giugno avrà infatti un prezzo di listino di 7999 euro, che possono sembrare tantissimi ma che in realtà, per un TV di simili dimensioni, sono meno di quanto pensassimo (basti pensare che il prossimo LG Z1 8K da 88’’ costerà invece 29.999 euro); il C1 da 77’’ costerà inoltre 5299 contro i 6999 euro del CX da 77’’ dello scorso anno.

E lo stesso varrà per il nuovo TV OLED Sony A90J da 83’’, che costerà 7999 dollari proprio come il Sony AG9 da 77’’ del 2019. Come dire… stesso prezzo ma schermo molto più grande.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest