Featured home HI-FI Prove

Sony WF-1000X: 100% wireless e addio al rumore

WF-1000X

I Sony WF-1000X sono auricolari in-ear completamente wireless e con a bordo un efficace sistema di cancellazione del rumore… e suonano benissimo.

Considerando che per ora non abbiamo assegnato cinque stelle a nessun auricolare completamente wireless, questa delle Sony WF-1000X è una prima volta assoluta. Se infatti in precedenza avevamo dato la massima valutazione ad auricolari come i Bose SoundSport Wireless e i Sennheiser Momentum In-Ear Wireless, si trattava di modelli wireless a metà, nel senso che c’era sempre un cavo a unire i due auricolari.

Nel caso dei WF-1000X siamo invece di fronte a un modello completamente wireless in stile AirPods che Sony propone a un prezzo di listino di 220 euro. Non poco considerando i 179 euro degli auricolari di Apple, ma va detto che i WF-1000X integrano un sistema di cancellazione attiva del rumore che manca invece negli AirPods.

Costruzione e confort

WF-1000X

Nella confezione, oltre agli auricolari e ad alcuni gommini di diverse dimensioni, troviamo una piccola custodia con una presa USB in cui riporre i due auricolari e ricaricarli. Un case molto compatto da portarsi comodamente in tasca che aumenta un’autonomia piuttosto tipica per auricolari di questo tipo (circa tre ore di riproduzione continua cancellazione del rumore attiva).

In pratica, quando i WF-1000X sono scarichi o stanno per scaricarsi, basta inserirli in questo case, aspettare che si ricarichino (90 minuti da 0 a 100), toglierli e indossarli di nuovo, il tutto senza dovere utilizzare per forza una presa elettrica fissa visto che il case funge appunto da batteria portatile e può essere ricaricato comodamente quando torniamo a casa.

Ogni auricolare, oltre alla batteria, integra un driver dinamico a cupola da 6, la circuiteria e un microfono. Questo non serve solo per rispondere alle chiamate in arrivo, ma anche per impartire comandi vocali a Google Now o a Siri a seconda del sistema operativo del vostro smartphone. Su ciascun auricolare troviamo un solo pulsante e quindi bisogna un po’ impratichirsi (tra tap singoli, doppi, tripli e prolungati) per controllare la riproduzione musicale direttamente dagli auricolari.

WF-1000X

Con quello sinistro si gestisce la cancellazione del rumore, mentre con l’auricolare destro si controlla tutto il resto (riproduzione audio, chiamate e controlli vocali). L’unica cosa che non si può controllare direttamente dagli auricolari è il volume (e non è un’assenza da sottovalutare).

Diversamente dalle cuffie Sony WH-1000XM2, i WF-1000X non utilizzano la sofisticata tecnologia proprietaria Noise Cancelling Optimizer, che in pratica analizza l’ambiente circostante tramite i microfoni incorporati nelle cuffie per captare il livello di rumore e agire per escluderlo il più possibile dall’ascolto. Qui infatti troviamo solo le modalità Suono ambientale (per ascoltare quello che ci circonda) e Cancellazione del rumore, ognuna attivabile o disattivabile a piacimento.

WF-1000X

I WF-1000X condividono invece con le cuffie WH-1000XM2 l’app Heaphones Connect di Sony per Android e iOS. Qui, oltre a diverse opzioni e regolazioni (come l’equalizzatore) si possono attivare le impostazioni Smart-Auto con le quali, sfruttando il giroscopio dello smartphone, gli auricolari capiscono se siamo fermi o in movimento e agiscono di conseguenza modificando il livello di cancellazione del rumore e la quantità di rumore ambientale da far passare.

Qualità audio

Dopo aver accoppiato i WF-1000X al nostro iPhone 7 Plus tramite Bluetooth (pochi secondi e via), siamo pronti per iniziare i nostri test partendo da You’re Dead! di Flying Lotus. Se già avete provato un paio di cuffie o auricolari Sony top di gamma, non vi stupirete più di tanto dell’elevatissimo livello di dettaglio e brillantezza sprigionato dai WF-1000X. La stessa cancellazione attiva del rumore funziona molto bene, pur rimanendo inferiore a quella sperimentata sulle WH-1000XM2 e su altre cuffie di fascia alta.

WF-1000X

Il rullante spazzolato, le chitarre distorte e le linee di sax sono restituite con grande profondità. Il soundstage non è dei più ampi e spaziosi, ma per degli auricolari in-ear wireless ci si può benissimo accontentare. Non abbiamo poi riscontrato alcuna difficoltà da parte dei WF-1000X nell’affrontare gli impegnativi pattern ritmici dell’album e, a livello di bassi, l’impatto c’è tutto pur senza giungere a livelli eccessivi tipici di altri auricolari.

Anche il range dinamico ci ha colpiti e passando in rassegna alla nostra libreria musicale, abbiamo riscontrato questi stessi pregi anche in altri album come Prisoner di Ryan Adams e Horses di Patti Smith. L’unico inconveniente riscontrato riguarda alcune perdite di segnale dell’auricolare destro durante la riproduzione, ma visto che questo in nostro possesso è uno dei primissimi esemplari di produzione e che non abbiamo mai avuto alcun problema con precedenti auricolari Sony, si tratta molto probabilmente di un difetto già risolto nei modelli distribuiti nei negozi.

Verdetto

C’è poco da dire. Se cercate auricolari in-ear completamente wireless e con un efficace sistema di cancellazione del rumore, i Sony WF-1000X rappresentano il meglio oggi disponibile sul mercato.

© 2017, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di What HiFi? e Stuff dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

Social

Pin It on Pinterest