Entertainment Guida 4K/BD/DVD/UHD Notizie

The Suicide Squad [UHD]

The suicide squad

Reboot del deludente film omonimo, Suicide Squad versione James Gunn arriva in UHD con un video notevole ed un audio italiano quasi reference

Prigione segreta di Belle Reve, presumibilmente al tempo attuale. Amanda Waller (Viola Davis), ambiziosa e spietata direttrice del programma Suicide Squad, recluta un’eterogenea armata Brancaleone da spedire sull’isola di Corto Maltese onde distruggere il misterioso “progetto starfish”. Tra donnole e squali antropomorfi, pifferai magici, stelle marine giganti ed altri bizzarri comprimari la missione risulterà un concentrato di grand guignol, ironia, nonsense e (parecchia) confusione. Caldamente consigliata la visione lontano dai pasti.

The suicide squad

Quando si parla di Suicide Squad impossibile prescindere dal – pessimo – capitolo uno. O meglio dal film originatore, rispetto il quale la presente opera si colloca a metà tra il seguito ed il remake. Parimenti, quando si parla di una regia di James Gunn è impossibile prescindere dai suoi tratti caratteristici volutamente sopra le righe, per non dire proprio trash – ricordiamoci che il nostro si è formato alla Troma – qui ancora più esaltati vista l’assenza “censoria” di mamma Disney e della relativa politica “only for families”. Considerato quindi il potenziale mix esplosivo dato dal regista e dalla pressochè totale mancanza di “rimaneggiamenti” Warner nel progetto – lezione duramente imparata visti gli esiti del capitolo precedente e di Justice League – ci si aspetterebbe il cinecomic DC del secolo.

Suicide Squad

Ebbene, al cospetto del cinecomic del secolo non ci siamo ancora, pur tuttavia l’esito complessivo è svariati ordini di grandezza superiore al capostipite. Questo non solo perchè, pur nella sua semplice linearità, la sceneggiatura risulta nettamente più solida, ma anche per il taglio ironico e poco propenso a prendersi sul serio di cui l’azione gode. All’opposto del film originale, ove il susseguirsi di iniziative prive di senso logico ed il mescolare forzosamente personaggi antitetici – spesso e volentieri appena abbozzati – risultava in un gran minestrone primavera, privo di un gusto preciso. L’unico punto debole, se si vuole, rimane l’eccessivo uso di sequenze splatter, piazzate con generosa dovizia a cadenza regolare durante lo svolgimento. Visti i notevoli precedenti “re Mida all’incontrario”, Warner ha probabilmente preferito non interferire con tale impostazione. Saggia scelta: meglio il rischio di un vietato ai minori di 14 anni che l’ennesimo flop certificato.

The suicide squad

Video

L’impianto video di Suicide Squad vede una curiosa impostazione granulosa, generalmente fine e leggera, ben visibile su tutti gli sfondi uniformi – specie sui cieli limipidi e sulla foschia all’interno della foresta – che però non intacca più di tanto la definizione del quadro. Globalmente sia il primo che il secondo piano permangono scolpiti e ben dettagliati come ogni 4K nativo che si rispetti: si vedano i notevoli primi piani di Viola Davis o di Idris Elba. Su quest’ultimo si riescono agevolmente a contare pure i peli della barba.

The suicide squad

La situazione non cambia sostanzialmente nelle scene scure – vedasi il night club piuttosto che i palazzi del governo di Corto Maltese o l’interno del furgone – ove l’HDR “incide” bene i piani in penombra, sebbene limitato in qualche apetto dalla granulosità prima menzionata. Non si tratta di uno dei quadri tra i più “estremi” che abbiamo avuto modo di analizzare – complice anche un contrasto a volte limitato – di certo sia l’impatto che la resa restano alti. Come già accaduto in casi pregressi, stante l’impostazione del video, risulta difficile valutare la reale incidenza della compressione.

The suicide squad

Da segnalare che queste “peculiarità artistiche” toccano la loro vetta durante l’iniziale “infiltrazione” nell’accampamento ribelle da parte di Bloodsport e soci. Qui complici la foschia, l’illuminazione attenuata e la granulosità fine si nota una certa “piallatura” macroscopica del dettaglio. Persino l’HDR appare sottotono, non riuscendo a creare uno stacco preciso: vedasi la scena in cui Peacemaker e Bloodsport sono affiancati con la vegetazione sullo sfondo. La situazione si esaurisce comunque entro una manciata di minuti: già dentro la capanna di Sol Soria il quadro rientra nella normalità.

The suicide squad

Audio

L’audio italiano di Suicide Squad è presente con una corposa e solida traccia Dolby Atmos su base Dolby TrueHD 7.1. Il mix di partenza appare davvero curato – come tradizione di Warner per tutte le sue produzioni – proponendo in particolare una spazialità molto estesa. Nelle scene “calme” vengono localizzati financo i dettagli più generici, vedasi uccelli e bestie varie appollaiate sui rami degli alberi nella foresta. Con un ampio uso dei canali rear e top, tra l’altro. La parte del leone – ad ogni modo – la fanno le scene concitate, in special modo “l’esplosivo” finale.

The suicide squad

Nelle svariate parentesi “action” i proiettili fischiano a 360 gradi – anche sopra la testa – insieme ad altri notevoli elementi di contorno che estendono verticalmente la scena. Da ascoltare il ribaltamento del furgone subito in soggettiva dai protagonisti ed il crollo della torre nella parte finale: detriti, massi ed ogni altra grazia in grado di subire la gravità transitano dal fronte top direttamente sulla capoccia dello spettatore. A tutto ciò vanno ad aggiungersi un’apprezzabile gamma dinamica ed un parlato – letteralmente – da riferimento. Quest’ultimo – e già lo si era notato durante la visione cinematografica – mostra una discesa in frequenza unitamente ad un naturalezza davvero superbe.

The suicide squad

Spostandosi sulla traccia inglese, anch’essa un Dolby Atmos, si riscontrano grosso modo le stesse impressioni avute per quella nostrana. Fanno eccezione il parlato, per il quale incredibilmente l’italiano appare nettamente più naturale, ed alcuni spunti del canale LFE che lasciano pensare ad una gamma dinamica leggermente inferiore rispetto la nostra. La traccia italiana è a tutti gli effetti un Dolby Atmos notevole, quasi da riferimento. Segnaliamo anche, per completezza, la presenza dell’italiano in Dolby Digital 5.1 a 448 kbps. Sulla resa di quest’ultima preferiamo tacere per amore del decoro.

The suicide squad

Extra

I contenuti extra di Suicide Squad sono quasi tutti stoccati nel Blu-ray “liscio” (BD50) in abbinata. Quasi perchè una featurette – la decostruzione della fuga di Harley Quinn – è presente anche sul Blu-ray Ultra HD in 4K. Caso insolito e, si direbbe, unico per un’edizione Warner. Ad ogni modo il resto degli extra prevede le solite scene eliminate, galleria di gag, alcuni trailer di stampo “retrò” e diversi speciali sull’effettistica: in particolare sulla creazione di King Shark e di Starro il conquistatore. Vi sono infine un esaustivo making of ed uno speciale – alquanto autoreferenziale – dedicato alla regia di James Gunn. Il tutto per più di un’ora e mezza di durata. Niente male.

TESTATO CON: Videoproiettore JVC N7 e UHD player Oppo UDP-203

Blu-ray Ultra HD disponibile su amazon.it

The Suicide Squad [UHD]
9.0 Recensione
Pro
DI 4K
Presenza Dolby Vision & HDR10+
Dettaglio quasi sempre da riferimento
Audio Dolby Atmos italiano
Spazialità audio reference
Edizione steelbook
Contro
Impostazione dell'immagine ammorbidita in alcune sequenze
Gamma dinamica apprezzabile ma non devastante
Riepilogo
Prodotto e distribuito da: Warner Bros
Durata: 132'
Anno di produzione: 2021
Genere: Fantastico
Regia: James Gunn
Interpreti: Idris Elba,Margot Robbie,Viola Davis,Joel Kinnaman,Peter Capaldi,John Cena
------------
Supporto: BD100(85%) + BD50(90%)
Aspect Ratio: 1.90:1
Codifica Video: HEVC/ H.265 4K (2160p) HDR10 + Dolby Vision + HDR10+ || MPEG-4 AVC (1080p)
Audio: Italiano,Inglese Dolby Atmos (TrueHD 7.1), Italiano,Francese,Spagnolo,Telugu,Tamil,Hindi,Ungherese,Polacco Dolby Digital 5.1 (448 kbps)
Sottotitoli: Ita,Ing,Fra,Spa,Ung,Gre,Fin,Sve,Dan,Nor,Pol,Rum
Qualità artistica
Video
Audio italiano
Audio originale
Extra
Il giudizio di AF

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest