AF Focus Featured home Tendenze

Cuffie e auricolari cablati: spendere meno di 100 euro e ascoltare bene

Cuffie e auricolari cablati

Anche se ormai “fuori moda”, le cuffie e gli auricolari cablati rappresentano per molti la scelta ideale se si vuole spendere poco e godersi la musica come si deve

Non è facile trovare oggi cuffie e auricolari cablati ben suonanti sotto i 100 euro, anche perché ormai molti produttori puntano quasi tutto suo modelli wireless e true wireless, con il risultato che quelli cablati vanno a finire o nel catalogo di gamma ultra bassa o in quello di fascia alta/audiofilo. Trovare la via di mezzo non è insomma facile, ma ci abbiamo provato e di seguito vi suggeriamo sette modelli (anche con qualche anno alle spalle) tra i più interessanti come rapporto qualità-prezzo.

AKG K240 MKII


Queste cuffie semi-aperte di AKG con design over-ear sono un piccolo classico per chi vuole iniziare a produrre musica in casa. Non sono infatti un modello ideale per un classico ascolto hi-fi, ma le loro caratteristiche le pongono come cuffie perfette per la produzione e il mastering. Sono quindi cuffie che tendono al neutro e non enfatizzano nessun range di frequenza (peccano forse un po’ solo in gamma media) e ospitano trasduttori XXL con Varimotion da 30 mm brevettati per offrire una vasta gamma dinamica. Considerando poi il costo di 61 euro, l’offerta è ancora più ghiotta.

Logitech G635

A differenza della versione wireless da quasi 120 euro, quella cablata delle Logitech G635 costa poco meno di 100 euro ed è un’ottima scelta per chi è alla ricerca di una cuffia gaming di gamma medio-alta. I driver Pro-G da 50 mm sono realizzati ‎con materiali ibridi intrecciati esclusivi che dovrebbero assicurare dettagli più chiari, maggior profondità e distorsione minima. L’illuminazione RGB è reattiva e programmabile ‎con il software G HUB, mentre la tecnologia DTS Headphone:X 2.0 offrono un audio posizionale di tutto rispetto. I tre pulsanti fisici sulle cuffie possono essere programmati e non manca un microfono retrattile.

Sennheiser HD 400S

Cuffie e auricolari cablati

Disponibili a meno di 60 euro, le Sennheiser HD 400S sono cuffie circumaurali chiuse e compatte che garantiscono un’esperienza d’ascolto più che discreta, con una potente risposta nei bassi e riduzione del rumore ambientale data dal design chiuso. Sono dotate di un telecomando integrato in linea con un solo pulsante che permette di gestire in modo agevole chiamate e musica, mentre il microfono permette di utilizzarle anche con un PC per videochiamate e, perché no, anche per un po’ di gaming. Se la cavano benone con qualsiasi tipo di musica pur enfatizzando leggermente la gamma bassa e l’archetto pieghevole permette di richiuderle facilmente per poterle riporre in modo pratico e portarle con sé ovunque.

Philips Fidelio X2HR/00

Costano 104 euro e quindi abbiamo sforato con il budget (sono il modello del 2017, non quello più recente), ma pensiamo che valga la pena spendere qualche euro in più per portarsi a casa cuffie cablate con design chiuso ottime sia per l’ascolto, sia per la produzione. Uno dei punti forti delle Philips Fidelio X2HR/00 (nonché delle X1) è la capacità di suonare bene collegate praticamente a tutto e di non richiedere amplificatori costosi e potenti per rendere al meglio. Grazie all’impedenza bassa (30 ohm) e all’alta sensibilità, i driver da 50 mm vengono mossi agevolmente anche da lettori portatili o da smartphone, sebbene la cuffia non sia adatta per un uso all’aperto o in mobilità essendo aperta. Infine, i cuscinetti in schiuma memory sono abbinati a un materiale vellutato a densità ottimizzata e traspirabilità, per dissipare la pressione ed il calore e garantire maggiore comfort anche per le lunghe sessioni di ascolto.

Sennheiser HD 559

Non sarà un modello all’ultimo grido (risale infatti al 2016), ma a poco meno di 80 euro è un super affare. Le Sennheiser HD 559 con design Ergonomic Acoustic Refinement (E.A.R), che indirizza l’audio direttamente nelle orecchie producendo un’esperienza di ascolto quasi ‘in room’, sono cuffie aperte circumaurali che offrono un bilanciamento naturale dei toni con un’ottima performance spaziale. I trasduttori Sennheiser utilizzano bobine in alluminio che assicurano alta efficienza e bassa distorsione, mentre il design robusto e leggero, con lussuosi padiglioni ricoperti in velluto e l’archetto imbottito, offre un comfort ed un’indossabilità ottimi anche per lunghe sessioni di ascolto. Da segnalare anche l’impedenza di 50 Ω, la risposta in frequenza pari a 12-38.500 Hz e il livello di pressione sonora (SPL) di 106dBSPL (1kHz / 1Vrms).

Beats EP

Cuffie e auricolari cablati

Anche in questo caso non parliamo di cuffie recentissime (hanno ormai qualche anno alle spalle), ma le Beats EP, ormai vicine ai 60 euro, sono un modello ancora valido e si collocano idealmente tra le Solo HD e le Solo 2. I materiali comprendono plastica, gomma e alluminio e, pur essendo cuffie on-ear non ripiegabili, sono caratterizzate da dimensioni compatte e sono facili da trasportare. Il suono è sorprendentemente cristallino e, come ci si aspetta da Beats, ricco di bassi, che pur essendo profondi non sono esageratamente “pompati”. Le cuffie sono dotate di comandi per smartphone e di un microfono per le chiamate. Potrebbe invece dare fastidio la pressione esercitata dai padiglioni e dall’archetto imbottito dopo session di ascolto di un paio d’ore.

1MORE Triple Driver

Cuffie e auricolari cablati

È sempre più difficile trovare auricolari cablati di buona qualità sotto i 100 euro, ma i 1MORE Triple Driver rientrano pienamente in questa categoria. Gli auricolari in lega di alluminio sono progettati ergonomicamente con angoli obliqui che si adattano ai canali auricolari in modo da poter ascoltare la musica in totale comfort. Nove diversi set di auricolari assicurano inoltre una tenuta adeguata nell’orecchio. I controlli in linea si trovano in una posizione comoda che consente di controllare il volume, selezionare i brani e rispondere alle chiamate, mentre microfono MEMS elimina il cross-talk e lo sfondo statico. Il vero punto di forza di questi in-ear è però rappresentato dalla coesistenza di un driver dinamico (subwoofer) con due armature equilibrate (treble units), che dona una struttura a tre driver decisamente impressionante per il prezzo di circa 80 euro.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest