AF Focus Tecnologie

HDMI QFT: videogiochi alla massima velocità… tra un po’

HDMI QFT è una tecnologia che accelera la trasmissione di ogni frame nel loro percorso dalla sorgente allo schermo. Per usufruirne però servirà ancora un po’ di tempo

Abbiamo parlato a più riprese delle principali feature apportate dall’HDMI 2.1, che riguardano quasi esclusivamente l’ambito dei videogiochi. Qui trovate i nostri approfondimenti sul Variable Refresh Rate, su eARC e ALLM, ma c’è un’altra funzionalità di questo standard che è passata un po’ in sordina ma che in realtà è (o meglio, sarà) decisamente importante per tutti gli appassionati di gaming.

Stiamo parlando dell’HDMI QFT (Quick Frame Transport), una tecnologia che accelera la trasmissione di ogni frame nel loro percorso dalla sorgente allo schermo. Serve, in pratica, per ridurre la latenza tra il momento in cui i dati video sono disponibili nel processore grafico del dispositivo di gioco e il momento in cui gli stessi dati vengono visualizzati sullo schermo come frame. Più breve è questo intervallo, più l’esperienza di gioco ne guadagna.

Si tratta di qualcosa si diverso dall’ALLM (Auto Low Latency Mode), il cui scopo è semplicemente quello di disattivare automaticamente l’elaborazione delle immagini del TV (come ad esempio i filtri o la compensazione del movimento) per ridurre al minimo l’input lag. L’HDMI QFT, invece, accelera attivamente il trasporto dei dati di gioco stessi ed è così efficace che, teoricamente, può ridurre quel tempo e abbassare la latenza di multipli di millisecondi, cosa che per certi giochi (si pensi solo agli sparatutto in prima persona) può fare un’enorme differenza.

hdmi qft

Il percorso dei dati dalla sorgente allo schermo è molto più lungo di un cavo HDMI. La latenza di visualizzazione è definita come il tempo necessario per ottenere un fotogramma dalla GPU di origine, nel momento in cui è pronto, fino a quando non viene visualizzato sullo schermo del TV. Questo è il tempo necessario perché i dati passino attraverso i circuiti di uscita della sorgente, quindi lungo il cavo e in seguito siano gestiti dal processore del TV. In termini reali, tutti questi passaggi possono influire su aspetti come il ritardo tra la pressione di un pulsante sul controller di gioco e la visualizzazione effettiva dell’azione sullo schermo.

HDMI QFT non può accelerare tutto ciò, ma può accelerare il percorso dalla porta HDMI sorgente alla porta HDMI del TV, a condizione che entrambi i dispositivi supportino lo standard HDMI QFT. Al momento però né Xbox Series X e Series S, né PlayStation 5 possono utilizzare la tecnologia HDMI QFT.

Tutti gli attuali AVR Denon X Series (dall’X2700H in poi) con ingressi 8K e tutti gli attuali ricevitori AV Marantz con ingressi 8K supportano il QFT. Mentre i vecchi AVR con prese HDMI2.0b erano in grado di gestire l’ALLM, le funzionalità specifiche fi HDMI 2.1 come VRR, QFT e QMS richiedono aggiornamenti hardware per la compatibilità. In presenza però di una porta HDMI 2.1 come nel caso delle nuove console di Microsoft e Sony, potrebbe volerci solo un aggiornamento software per aggiungere il supporto al QFT, ma per ora nessun produttore ha annunciato una simile mossa.

Nvidia GeForce RTX 3090

Le cose non vanno molto meglio sul versante TV, visto che nemmeno i modelli più recenti e costosi di Samsung supportano al momento il QFT. Si parla comunque di TV che, nel caso dei top di gamma come il QN95A, assicurano un input lag di soli 10 ms a 60 Hz e di 6 ms a 120 Hz e che per questo forniscono già una latenza bassissima anche senza l’aiuto del QFT.

L’unico produttore che offre compatibilità QFT con i suoi prodotti è Nvidia con le schede grafiche della serie RTX 3000 (quelle introvabili!). Certo, senza un TV QFT ready, non serve molto avere un PC con una GPU simile, ma già nell’immediato futuro un possibile aggiornamento software potrebbe “sbloccare” questa feature per TV e console, facendo felici i gamer più competitivi e assetati di velocità.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest