Notizie TV

Finalmente in arrivo i primi contenuti in HDR10+ su Amazon Prime Video

hdr10+

Samsung e Amazon hanno annunciato che da domani gli utenti americani di Amazon Prime Video potranno vedere i primi contenuti in HDR10+ se in possesso di un TV Samsung QLED.

Per ora si parla solo dei clienti Amazon Prime Video americani, ma siamo sicuri che tra alcuni mesi anche quelli europei saranno accontentati. Ci riferiamo all’annuncio fatto da Samsung nelle scorse ore sull’arrivo dei primi contenuti in HDR10+ su Amazon Prime Video atteso nella giornata di domani.

Finalmente in arrivo i primi contenuti in HDR10+ su Amazon Prime Video

Il comunicato fa riferimento all’intero catalogo di Amazon in HDR, che a partire da domani e nel corso dei prossimi mesi sarà aggiornato a HDR10+, con titoli di punti già confermati come The Grand Tour, The Tic, The Man in the High Castle e Jack Ryan.

Per poter godere delle prime serie TV in HDR10+, bisogna essere naturalmente abbonati ad Amazon Prime Video e, in secondo luogo, avere un TV Samsung QLED del 2017, sebbene anche i TV Samsung SUHD dello scorso anno (immaginiamo quelli della serie KS) saranno aggiornati con un nuovo firmware che permetterà appunto la visione di contenuti in HDR10+.

Finalmente in arrivo i primi contenuti in HDR10+ su Amazon Prime Video

Ricordiamo che questo formato è stato fortemente voluto da Samsung (primo produttore al mondo di TV) e sostenuto anche da Panasonic e dalla major hollywoodiana 20th Century Fox (la cosiddetta HDR10+ Alliance).

Come il Dolby Vision anche l’HDR10+ è un formato per aggiungere metadati dinamici a un segnale video HDR. L’HDR10 “normale” utilizza infatti metadati statici, con la conseguenza che la resa dell’HDR rimane tale e quale dall’inizio alla fine di un film (o di qualsiasi altro contenuto video con una gamma dinamica estesa), senza quindi cambiare a seconda delle singole scene o dell’illuminazione di una certa sequenza.

Finalmente in arrivo i primi contenuti in HDR10+ su Amazon Prime Video

Un limite facilmente comprensibile al quale hanno posto rimedio proprio i metadati dinamici tipici del Dolby Vision e ora anche dell’HDR10+, che modulano la resa dell’HDR frame per frame e riescono quindi a essere più incisivi sia a livello di luminosità e contrasto, sia nella resa dei colori.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

    © 2020, MBEditore, riproduzione riservata.


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest