Featured home HI-FI Prove

Lavardin ISx Reference: non è bello, ma che sound!

Lavardin ISx Reference

L’amplificatore stereo Lavardin ISx Reference non è un gioiello di estetica, ma in questa fascia di prezzo non lo batte nessuno come qualità audio.

Il produttore francese Lavardin è uno dei segreti meglio custoditi del mercato hi-fi europeo (e non solo), anche perché nel corso degli anni ha realizzato pochi prodotti e per di più li ha aggiornati molto raramente, in netta controtendenza con un mercato odierno in cui si fa a gara a uscire (anche annualmente) con nuovi modelli.

Costruzione

Lavardin ISx Reference

Prendiamo ad esempio questo ISx Reference, amplificatore stereo integrato proposto in una versione aggiornata dopo che il design e il concept generale sono rimasti gli stessi per quasi vent’anni. Lavardin sostiene che il modello originale era talmente valido da non richiedere alcun aggiornamento particolare nel corso degli anni e in effetti parliamo di un ampli da sempre molto apprezzato.

Il nuovo ISx Reference, disponibile in Italia a 3750 euro di listino, non vede comunque alcun stravolgimento di sorta rispetto al passato. Il look è sempre un po’ quello anonimo di tutti i prodotti Lavardin (altro motivo per cui il produttore francese è sempre rimasto un nome di nicchia), con l’aggiunta di una placca d’argento frontale e del telecomando.

Lavardin ISx Reference

In realtà questa unità, nemmeno troppo elegante o stilosa, non viene fornita assieme all’amplificatore, ma costa ben 350 euro e offre unicamente due pulsanti per alzare o abbassare il volume. Va bene che il motto di Lavardin è sempre stato quello della massima semplicità di utilizzo, ma spendere un decimo del costo dell’ampli per un controller con due tasti ci pare francamente eccessivo.

Funzioni

La circuiteria audio è andata incontro a un importante aggiornamento senza però che le novità abbiano stravolto l’impronta audio del modello originale. Lavardin non è scesa molto nei dettagli, insistendo solamente sulla diminuzione della cosiddetta Memory Distortion.

Un problema non da poco nei circuiti basati su transistor che porta a una certa durezza e a una mancanza di fluidità e che fa preferire a molti appassionati il suono valvolare. Lavardin, in un’affermazione a dir poco impegnativa, assicura che i suoi nuovi circuiti minimizzano questi effetti indesiderati e assicurano un mix ideale di valvole e transistor.

Lavardin ISx Reference

Il Lavardin ISx Reference suona meglio se sistemato su una superficie in legno (il produttore consiglia supporti in compensato spesso) e se si utilizzano cavi di qualità. Lo stesso produttore ne fornisce di vari tipi, ma i prezzi, come per il telecomando, sono decisamente impegnativi (si parte da 420 euro e si arriva fino ai 3700 euro per il cavo di potenza Speaker CX 550).

A livello di connessioni c’è poco da segnalare. Sul retro troviamo infatti quattro ingressi di linea (o tre se volete acquistare la scheda Phono MM da 530 euro), un’uscita per piastra a cassetta e le due connessioni per i diffusori… e basta. Avremmo gradito, visto il prezzo, un’uscita cuffie, ma ancora una volta Lavardin riconferma l’importanza della semplicità e dell’essenzialità tipica dei suoi prodotti.

Qualità audio

Lavardin ISx Reference

Una volta che si aprono le danze, il Lavardin ISx Reference si dimostra un amplificatore semplicemente adorabile, soprattutto per la sua capacità di restituire in modo fluido e veloce un’enorme quantità di dettaglio e di organizzarlo in modo impeccabile. Ogni minimo refrain strumentale in Patience di George Michael risalta con grande nettezza e le voci suonano calde, espressive e piene di emozione.

Ne esce un sound corposo sui bassi e brillante sugli alti senza mai eccedere in nessuno dei due estremi, con in più un timing perfetto e un’immagine stereo precisa ed estremamente ampia e spaziosa. Se però iniziate a chiedere molto di più in termini di volume o a spremere all’eccesso i suoi 50W per canale, l’ISx Reference inizia a perdere un po’ questa notevole separazione stereo ed è come se il sound iniziasse a ingolfarsi.

Lavardin ISx Reference

Se poi, come nel nostro caso, volete acquistare il phono stage MM opzionale, sarete contenti nel sapere che la qualità rimane pressoché immutata anche con un buon vinile. Into My Arms di Nick Cave suona dolce e drammatica al tempo stesso, con un sound caldo e corposo che vorremmo ascoltare per ore anche grazie a una dinamica molto organica e a una brillantezza mista a solidità da primo della classe.

Verdetto

Se cercate qualcosa di più appariscente, stiloso e glamour, ci sono parecchie alternative migliori in questa fascia di prezzo, ma se badate unicamente alla qualità audio ben poche riescono a eguagliare il Lavardin ISx Reference, l’amplificatore integrato più musicale, dettagliato e piacevole che abbiamo ascoltato negli ultimi anni.

© 2017, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di What HiFi? e Stuff dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

Social

Pin It on Pinterest