Mobile Prove

Nokia 6: display ottimo, ma le prestazioni non esaltano

nokia 6

Con 249 euro la scelta per uno smartphone di gamma media è molto ampia e il Nokia 6 prova a dire la sua affidandosi a materiali e display. Basterà?

Negli ultimi mesi il nome Nokia è coinciso soprattutto con l’uscita del nuovo 3310 aggiornato al 2017, feature phone di cui però, dopo l’entusiasmo iniziale, non parla quasi più nessuno anche per le tantissime rinunce che un dispositivo del genere comporta al giorno d’oggi.

Se poi i Nokia 3 e 5 non hanno entusiasmato, con questo Nokia 6 si inizia a fare sul serio e chi cerca uno smartphone Android “puro” attorno ai 250 euro dovrebbe tenerlo d’occhio, sebbene oggi un temibile rivale come il Moto G5 si possa trovare online a circa 50 euro in meno.

nokia 6

Design e costruzione

Corpo interamente in alluminio, vetro Gorilla Glass 2.5D, spessore di 7,9mm, solidità notevole e una sensazione, quando lo si ha tra le mani, che non capita di provare spesso con uno smartphone in questa fascia di prezzo. La fotocamera posteriore sporge leggermente dallo chassis senza però dare fastidio e il pulsante frontale in basso funge anche da lettore di impronte digitali. Il riconoscimento nel nostro caso non è stato sempre perfetto (bisogna appoggiare completamente il polpastrello sulla superficie), anche se la velocità di sblocco una volta riconosciuta l’impronta è notevole.

Software

Bisogna davvero essere degli esperti per riconoscere le aggiunte fatte da Nokia alla versione stock di Android Nougat. Sembra infatti di avere tra le mani un Pixel tanto è liscia e leggera l’esperienza di utilizzo a livello software; di fatto troviamo solo l’app Supporto (che dà accesso al manuale e ad altre informazioni sul telefono), ma per il resto il Nokia 6 è uno smartphone Android Nougat senza alcuna personalizzazione e, dei 32 GB di storage interno, ne sono disponibili circa 22 GB (10 GB sono infatti occupati da Android e dalle app di Google).

nokia 6

Ciò significa anche una notevole puntualità degli aggiornamenti, tanto che la patch di sicurezza di agosto si è resa disponibile sul Nokia 6 contemporaneamente al Google Pixel e questo fa ben sperare anche in vista dell’arrivo di Android O.

Display e audio

Non si sbaglia mai con un LCD IPS Full HD da 5,5’’ (la densità è di 403 ppi) e infatti il display del Nokia 6 è di qualità eccellente anche come angoli di visione, luminosità e rappresentazione dei colori. Per questi ultimi abbiamo riscontrato giusto una tendenza a una cromia un po’ “fredda”, che tra l’altro non può essere modificata dalle impostazioni, sebbene non si possa parlare di un vero e proprio sbilanciamento.

Manca anche l’ormai abituale filtro della luce blu per utilizzare lo smartphone al buio, ma per il resto non ci si può davvero lamentare. La certificazione Dolby Atmos non significa molto di più di un volume dei due speaker un po’ più elevato del solito e anche la resa ci è parsa più brillante della media, ma non aspettatevi chissà quali bassi o un coinvolgimento audio particolare.

nokia 6

Prestazioni e autonomia

Uno Snapdragon 430 CPU può sembrare un SoC poco prestante, ma ricordiamo che si tratta di un octa-core con GPU Adreno 505 e che è affiancato da 3 GB di RAM. Le prestazioni sono nel complesso buone, anche se provenendo da un top di gamma si riscontra qualche piccolo rallentamento nell’apertura delle app e dei giochi e anche lo split-screen di Android Nougat non è così fluido come su altri smartphone di fascia più alta.

Considerando comunque la fascia di prezzo del Nokia 6, le prestazioni non deludono anche grazie a questa versione praticamente stock di Android priva di personalizzazioni che, quasi sempre, tendono a rallentare un po’ il tutto. Anche l’autonomia non stupisce particolarmente, con la batteria da 3000 mAh che ci porta a fine giornata ma solo con un utilizzo non particolarmente gravoso.

Se iniziate a giocare spesso e a passare molto tempo con i video in streaming, non è detto che riusciate ad arrivare a sera con ancora un po’ di autonomia disponibile. Mancando poi un connettore USB-C o un sistema di carica rapida, preparatevi a ricaricare la batteria da 0 a 100 incirca tre ore… che non sono poche.

nokia 6

Fotocamera

Anche qui nessuna grande sorpresa. Sono ormai lontani in cui Nokia dominava il regno delle fotocamere da smartphone ai tempi del Lumia 1020 e ora dobbiamo accontentarci di un modulo singolo da 16 Megapixel, che però si è dimostrato molto valido e in ogni caso, a questo prezzo, era molto difficile aspettarsi una doppia fotocamera.

Vedendo i risultati degli scatti negli interni ben illuminati, difficilmente troverete di meglio sul mercato senza spendere molto di più. Le immagini appaiono infatti ben dettagliate, ben esposte e con colori vivaci e realistici. Il range dinamico in esterni può invece rappresentare un problema, con il cielo molto chiaro che può diventare facilmente sovraesposto.

nokia 6

L’HDR automatico non serve molto su questo versante e forzandolo manualmente passano circa due secondi da quando toccato l’icona di scatto a quando la foto viene salvata. C’è poi da segnalare l’assenza di qualsiasi stabilizzazione a tutto svantaggio degli scatti con meno luce. Insomma un comparto fotografico più che discreto ma che necessiterebbe di qualche feature in più per essere davvero completo.

Verdetto

Il Nokia 6 è uno smartphone Android di gamma media ben costruito e con un display ottimo, ma a parte questi due pregi e il vantaggio di montare una versione di Android praticamente stock, non ha chissà quali spunti in grado di elevarlo al di sopra della media.

nokia 6

Da un lato infatti il Moto G5, seppur più plasticoso, è estremamente simile ma costa un po’ meno, mentre l’Honor 6X, anche se con l’EMUI di mezzo, ha una doppia fotocamera posteriore e un processore più veloce. Insomma, la concorrenza non manca (e tutti gli altri “cinesi” attorno ai 200 euro dove li mettiamo?), anche se nel complesso è difficile aspettarsi molto di più a questo prezzo.

© 2017, AF Digitale. Tutti i prodotti sono stati provati nelle apposite sale di ascolto e di visione di What HiFi? e Stuff dal team editoriale con sede nel Regno Unito.

Social

Pin It on Pinterest

Iscriviti alla newsletter di AF Digitale!

Ricevi le ultime notizie e gli aggiornamenti dalla redazione, fatti guidare nel mare magnum della tecnologia.

Iscrizione avvenuta con successo!