Featured home Inchieste Notizie

Advance A10 Classic e Magnat MA900: gemelli diversi. O forse no.

Magnat
Advance A10 Classic

L’Advance A10 ed il Magnat MA900 sono fra i protagonisti dell’alta fedeltà 2021. L’uscita dell’amplificatore integrato Magnat è, però, stata affiancata da molti rumors. Alcuni specialisti, fra i quali venditori preparati, hanno definito questa macchina come una copia identica dell’Advance A10. Vediamo, qui, i due prodotti nel dettaglio, e per risolvere questo arcano abbiamo interpellato direttamente Charles Jacquard di Advance Paris per raccogliere la loro versione dei fatti.

Si sa: anche nell’elettronica di consumo per limitare i costi di produzione si fa qualsiasi cosa. Spesso ci troviamo fra le mani oggetti che crediamo avere provenienze diverse, per poi scoprire che al di là del brand riportato, l’origine è comune. Il caso di Advance A1o e Magnat MA900, però, è stato visto da alcuni in odore di copia.  Sarà davvero così? Non ci resta che vederli a nudo.

Advance A10, funzionamento ibrido, high bias e VU meter, le formule del successo

ma900
Advance Paris A10

Il 2021 ha visto forti rivoluzioni in casa Advance. Fra questi, il prodotto che ha ottenuto maggiore successo si è rivelato l’amplificatore A10 Classic. Si tratta di un sistema ibrido, oggi indiscutibilmente in voga, con preampli valvolare e finale a transistori in classe AB. È presente, come in tutti i modelli del brand di Tolosa, il commutatore per la polarizzazione del finale, il quale, per i primi watt, simula la classe A. La potenza dichiarata è di 130w, di poco superiore al predecessore XI125, mentre il preampli, il DAC BurrBrown e la sezione digitale, ci assicurano, sono del tutto rinnovate. Riconoscibile l’estetica: due VU meter dal nuovo disegno, ora più completo a livello informativo e accompagnati da nuove, più dinamiche, lancette, un pomello digitale cerchiato da led bianco e pannello in plexiglass di spessore.

Il prodotto è stato richiestissimo e sono in molti i negozianti rimasti senza, pur con molti ordini all’attivo. Pare, però, che la domanda sia stata placata dall’arrivo sul nostro mercato di un prodotto simile, caratterizzato da forme e tecnologie che, secondo alcuni, sarebbero i medesimi dell’A10. Si tratta del tedesco Magnat MA900.

Il Magnat MA900, ibrido e potente: a chi la paternità?

ma900
Magnat MA900

Il Magnat è, certamente, un prodotto interessante. Telaio di imponenti dimensioni, 12kg, costruzione ibrida e preamplificatore valvolare con valvole ECC81 di costruzione cinese. Il finale è in classe AB con una potenza dichiarata di 2×200 w su 4ohm (in sostanza i 130w/8ohm dell’A10). L’estetica è severa: il frontale in alluminio è possente ed è impreziosito dal display a sinistra e dal vano valvole a destra. L’elaborazione digitale è affidata ad un DAC CirrusLogic. Gli ingressi sono analogici e digitali (con la novità dell’ingresso proprietario Qualcomm apX). Si tratta di un ingresso per bluetooth per risoluzioni hi-res, altrimenti non ottenibile. Non compaiono, invece, ingressi XLR (presenti nell’A10).

Le similitudini fra i due prodotti

Nonostante scelte estetiche molto diverse fra i due brand, aperti i vani, secondo alcuni, i prodotti parrebbero molto simili, sia come tecnologia che come disposizione delle parti (dal trasformatore toroidale ai condensatori). Troppe similitudini per essere due prodotti totalmente diversi?

Secondo alcuni venditori, tralasciando i nomi, dal momento che sono facilmente rintracciabili in rete, le due macchine sarebbero il medesimo, bensì rimarchiato.

Per capire se fosse davvero così, abbiamo voluto contattare l’Advance Paris che ci ha concesso tutte le informazioni che cercavamo, facendo finalmente luce sui fatti.

La parola ad Advance Paris

MA900
Advance A10, posteriore.

Ecco cosa ci ha riferito Charles Jacquard, managing director di Advance Paris:

«Non c’è dubbio, il Magnat è prodotto dalla nostra fabbrica in Cina e con il nostro permesso. Utilizza parte dei nostri schemi di amplificazione di potenza. Questo, attraverso la partnership con Magnat, ci consente di ridurre i costi.

Questa è, però, l’unica cosa che abbiamo in comune.

I due prodotti sono molto diversi in termini di elaborazione del segnale, sia come preamplificatore che come elaborazione digitale. In sintesi: Abbiamo (si intende l’A10) un ingresso XMOS USB B asincrono per il collegamento diretto a un PC o MAC. Il segnale audio viene elaborato in modalità “percorso diretto” per evitare distorsioni e alterazioni del segnale. Il nostro convertitore è un BurrBrown e non un Cirrus Logic (quello del Magnat).

La porta Bluetooth proprietaria consente l’elaborazione digitale diretta sul convertitore BurrBrown, inoltre, in vista del rapido sviluppo della tecnologia Bluetooth, questo permette di non avere Bluetooth “obsoleti” e di beneficiare delle ultime tecnologie. Abbiamo due uscite HDMI e HDMI ARC. Abbiamo un ingresso stereo XLR. Abbiamo due uscite subwoofer. Abbiamo la commutazione diretta AMP-IN che consente di utilizzare l’amplificatore in un sistema Home Cinema.

Infine, fattore importante, il nostro amplificatore incorpora un interruttore High Bias che consente alla sezione dell’amplificatore di passare alla modalità Classe A, la quale non è offerta da Magnat».

Advance A10 e Magnat MA900: davvero sono uguali? Ad un primo sguardo, si potrebbe ipotizzare questo. Nel dettaglio, e musicalmente parlando, però, i due prodotti mostrano distinte ed originali differenze, molto più di quanto non appaia.

 

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest