AF Focus Featured home Tecnologie

Equalizzare la musica su smartphone: le sei app da non perdere

Se non siete pienamente soddisfatti delle vostre cuffie o volete semplicemente divertirvi con alti, medi e bassi, ecco sei app mobile per equalizzare la vostra musica preferita

Ogni modello di cuffia o di auricolari ha una sua impronta sonora ben delineata, che può essere più o meno neutra, brillante o sbilanciata sui bassi. Se si vuole in qualche modo modificare questa impronta nativa, bisogna equalizzare (con un minimo di cognizione di causa, ovviamente), riequilibrando qualche eventuale squilibrio o cercando di trovare quella combinazione nel range di frequenza che sia più piacevole per le nostre orecchie.

Per fortuna molti produttori offrono, nelle loro app mobile per il controllo e la gestione di cuffie e auricolari Bluetooth, anche un equalizzatore manuale, oppure dei preset tra cui scegliere (solitamente chiamati come i vari generi musicali) per modificare il suono. È il caso ad esempio di Sony, Bose, Sennheiser, Jabra, Audio-Technica, Shure e molti altri, ma anche in questo caso possono esserci cuffie o auricolari meno recenti di questi brand che non beneficiano di questa feature o, come nel caso di iOS, non è possibile agire manualmente sull’equalizzatore fornito da Apple ma solo scegliere uno dei preset disponibili.

E se è vero che persino alcune app di streaming hanno un equalizzatore integrato (Spotify ad esempio), altre non ce l’hanno o è comunque molto limitato e quindi poco soddisfacente per gli utenti esperti. Anche molte app di player audio hanno equalizzatori integrati come nel caso di BlackPlayer, Poweramp e Neutron Player, ma l’effetto dell’equalizzazione funziona solo all’interno dell’app e non, per esempio, anche nelle app di streaming che quasi tutti ormai utilizziamo quotidianamente. A molti utenti potrebbero poi bastare le impostazioni di sistema.

Di quelle in iOS abbiamo già parlato, mentre quando si parla di Android molto dipende dal produttore di smartphone, con LG e Sony che sono forse i brand più attenti a fornire un valido equalizzatore a livello di sistema. Se invece avete uno smartphone di un altro brand, potreste non trovare un equalizzatore soddisfacente; in questi casi può quindi tornare utile un equalizzatore di terze parti e per fortuna di simili app è pieno il mercato mobile. Ecco le migliori che potete trovare sugli store di Google e Apple.

Equalizer and Bass Booster

Questa app per Android e iOS integra un equalizzatore e un bass booster. Per essere più specifici, un equalizzatore a cinque bande, dieci preset dell’equalizzatore e un bass booster. Funziona con la maggior parte dei lettori musicali, lettori video e radio FM. È una delle app di equalizzazione più semplici e dovrebbe funzionare sulla maggior parte dei dispositivi, anche se la stabilità non è proprio il suo forte.

Equalizzatore FX

Equalizzatore FX per Android è una delle app di equalizzazione più evolute e al passo con i tempi. È semplicissima da usare e viene fornita con un equalizzatore a cinque bande, bass booster, virtualizzazione e persino un potenziatore del volume. Come la maggior parte delle app simili, ha anche un widget insieme ai preset tra cui scegliere. L’app dovrebbe funzionare con la maggior parte dei lettori musicali e con app come Spotify e Google Play Music (ma non con le radio FM). La versione a pagamento è la stessa della versione gratuita. Rimuove solo la pubblicità.

Musica Volume Equalizzatore Potenziatore dei bassi

equalizzare

Non solo è una delle app di equalizzazione più popolari in circolazione, ma per fortuna funziona anche bene. Troviamo un equalizzatore standard a cinque bande insieme a nove preset EQ, oltre al controllo del volume, l’aumento dei bassi, il miglioramento del volume e altro ancora. L’interfaccia è piacevole seppur basilare e, cosa molto positiva, è un’app completamente gratuita che non richiede pagamenti per sbloccare funzioni o filtrare la pubblicità.

Neutralizer

Neutralizer è una delle app di equalizzazione per Android più originali che abbiamo visto. Invece di fornire un equalizzatore a più bande con cui divertirsi, ne ha uno che si regola da solo in base a ciò che vi piace. Durante la configurazione iniziale viene infatti chiesto di ascoltare alcuni suoni a varie frequenze, che bisogna alzare o diminuire in base a quanto bene le sentite. Quando il processo è completato, l’app genera automaticamente un preset di equalizzazione unico solo per voi in base alle cuffie/auricolari che avete. La versione gratuita consente di creare un preset, mentre la versione pro a pagamento permette di crearne quanti ne volete. In questo caso consigliamo di ripetere il test audio con ogni nuovo paio di cuffie-auricolari, visto che i risultati cambiano notevolmente tra un modello e l’altro.

equalizzare

Wavelet

Wavelet è l’app Android più recente in questo elenco (è uscita lo scorso anno) e non solo include un equalizzatore a 9 bande insieme a una serie di preset, limiter, bass booster, riverbero e virtualizzazione, ma offre anche la possibilità di equalizzare automaticamente oltre 2.400 diverse paia di cuffie/auricolari. La funzione AutoEQ misura e compensa la curva di Harman per un suono ottimale e i risultati ci hanno pienamente convinti.

Boom

Disponibile per iOS e Android, Boom è un’app molto interessante sia a livello di pura equalizzazione manuale e automatico (ben 29 i preset disponibili), sia per l’inclusione di feature molto particolari come l’aggiunta del Surround 3D per ampliare la tridimensionalità del soundstage. Non manca poi un bass booster e in generale l’app funziona bene e funge anche da vero e proprio player audio.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest