Notizie TV

I prezzi dei TV OLED si abbasseranno? A quanto pare no

tv qd-oled
TV QD-OLED Sony A95K

Secondo un nuovo report di DSCC, una serie di fattori (tra cui inflazione e incertezze economiche) non porterà nei prossimi 2-3 anni a un calo dei prezzi dei TV OLED

Se pensavate che le condizioni economiche globali avrebbero spinto i produttori di TV OLED ad abbassare i prezzi per venire incontro alla difficile situazione odierna, frenate pure i vostri entusiasmi. Secondo infatti un nuovo report di Display Supply Chain Consultants (DSCC) i prezzi dei TV OLED rimarranno stabili per i prossimi 2-3 anni.

Il motivo? Gli analisti prevedono che LG Display e Samsung Display, i due principali produttori di pannelli OLED al mondo, taglieranno gli investimenti nelle apparecchiature di produzione OLED. DSCC calcola che la spesa complessiva per queste attrezzature si è già dimezzata da 3 miliardi di dollari nel 2019 a 1,47 miliardi di dollari nel 2021 e si prevede che calerà ulteriormente, con 1,42 miliardi previsti nel 2022 e addirittura nessun investimento nel 2023.

tv oled

Questo calo progressivo degli investimenti è dovuto a una serie di fattori tra cui l’incertezza economica globale, l’elevata inflazione e la scarsa redditività nel settore dei TV OLED di grandi dimensioni (77 pollici e oltre). LG Display dovrebbe comunque investire 492 milioni di dollari nel 2024, mentre l’industria dei TV OLED nel suo complesso dovrebbe spendere circa 2,011 miliardi di dollari, la maggior parte dei quali servirà per implementare robot all’avanguardia che utilizzano la tecnologia a getto d’inchiostro per realizzare pannelli OLED (tecnologia che, tra l’altro, dovrebbe abbassare i costi di produzione).


Questo però non significa che dal 2024 in poi i TV OLED costeranno meno. DSCC ritiene infatti che nonostante i prossimi investimenti, né LG Display né Samsung Display aumenteranno drasticamente la capacità produttiva da qui al 2025, con la conseguenza che i prezzi dovrebbero rimanere stabili e non scendere.

Una buona notizia però c’è. Se siete interessati a un TV QD-OLED come quelli della serie A95K di Sony o della gamma S95B di Samsung, sappiate che Samsung Display avrebbe trovato un nuovo modo per semplificare il processo di produzione di questi pannelli e tagliare così i costi. Con un po’ di fortuna, ciò potrebbe significare prezzi più bassi per i consumatori.

© 2022, MBEditore – TPFF srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest