Hi-Fi Notizie

Leben CS600X: integrato valvolare di classe sopraffina

Leben CS600X

L’amplificatore integrato valvolare Leben CS600X è caratterizzato da un look adorabilmente vintage ed è perfetto per chi ama sperimentare con valvole e impedenze

In tutti questi anni non ci siamo mai occupati del produttore giapponese Leben, piccola ma agguerrita realtà nata a inizi anni ’90 e specializzata nella produzione di pochi (ma buoni) componenti hi-fi e hi-end che potete trovare anche in Italia grazie alla distribuzione di Audio Point.

Tra i sei prodotti oggi disponibili nel catalogo di Leben spicca senza dubbio l’amplificatore integrato valvolare CS600X da 8500 euro e da 23 Kg di peso, modello privo di ingressi digitali e di uno stadio phono (c’è però l’uscita cuffie) e caratterizzato da un look adorabilmente vintage. Non solo per la pura estetica, ma anche per la scelta dei materiali, con quei pannelli laterali in frassino bianco canadese che donano al tutto un’eleganza retrò a cui è difficile resistere.

Frontalmente, oltre ai consueti controlli di volume, bilanciamento e selettore di ingresso, ci sono anche un Bass Boost a due fasi e una funzione stereo reverse che inverte la fase del segnale di 180 gradi. In alcuni sistemi, la fase invertita potrebbe dare risultati migliori e quindi, anche in questo caso, il consiglio è di sperimentare un po’ con le impostazioni.

 

Il CS600X, con i suoi 28W per canale, non è certamente un integrato ideale per diffusori poco efficienti o per raggiungere alti livelli di volume in ampi spazi, ma punta tutto sul restituire nel migliore dei modi le più piccole sfumature musicali. Al suo interno spiccano quattro valvole di uscita EL34, ma è facile cambiarle con altrettante 5881 per aumentare la potenza a 32W per canale e per dare una diversa sfumatura alla resa audio (in questo caso sarete voi a scegliere l’impronta musicale che più ci si addice a seconda del quartetto di valvole).

Che non sono solo le 5881, ma anche le KT66/77/88 e le 6550A, a favore di una flessibilità decisamente rara che piacerà agli audiofili amanti delle sperimentazioni valvolari. Le altre valvole a bordo del Leben CS600X sono due 12AU7A e due 12BH7A utilizzate nello stadio di linea e una 6CM3/6DN3 nella sezione di alimentazione. Con tutte queste valvole, il CS600X finisce inevitabilmente col raggiungere temperature abbastanza elevate e quindi bisogna assicurarsi che sia posizionato in un punto dove abbia molta ventilazione.

Come connessioni troviamo cinque ingressi single-ended, un tape loop per chi ancora registra e un feed diretto nella sezione dell’amplificatore di potenza per coloro che vogliono bypassare il circuito del preamplificatore integrato. Sempre sul retro, sopra il singolo set di connettori per i diffusori, c’è una manopola per abbinare l’impedenza nominale dei diffusori associati. La regolazione copre le opzioni da 4, 6, 8 e 16ohm e, sebbene abbia senso iniziare con il controllo impostato sul valore dei vostri diffusori, non c’è nulla di male nel provare una qualsiasi delle altre impostazioni.

Come accennato poco sopra, non dovete abbinare a questo integrato dei diffusori difficili da pilotare e, come consiglia lo stesso produttore, mettete in conto un rodaggio di almeno una settimana per “slegare” a sufficienza le valvole e far entrare il CS600X a pieno regime. Su alcuni forum abbiamo letto che si sono ottenuti ottimi risultati con diffusori come i Wilson Benesch Precision P2.0, i KEF LS50 Meta e i ProAc Response D2R. Tutti modelli che non costano poco (soprattutto i primi), ma con un amplificatore simile sarebbe un vero peccato scegliere speaker non all’altezza.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest