AF Focus In pratica Notizie

Migliori microfoni da studio: guida all’acquisto

Migliori microfoni da studio: guida all'acquisto

Consigli e osservazioni su come scegliere i giusti microfoni per il proprio studio

Se avete un home studio e producete musica, potrebbe essere arrivato il momento di procurarsi un buon microfono. Come per tutti gli strumenti di uno studio di produzione, anche in questo caso non esiste un prodotto giusto universalmente, ma è necessario ponderare bene la scelta in base all’utilizzo che se ne vuole fare. Un microfono per registrare il suono di una chitarra ad esempio, potrebbe essere differente da un altro utilizzato per registrare la voce.

TIPOLOGIE DI MICROFONI

I microfoni sono dei trasduttori, in particolare sono dispositivi che convertono l’energia sonora in energia elettrica. Praticamente, l’esatto contrario degli speaker, che riproducono un suono partendo da energia elettrica. Ci sono diverse tipologie di microfoni. Vediamone un paio, le più comuni.

Il microfono più comunemente utilizzato è quello dinamico, per via della sua praticità ed economicità. Esso è formato da una membrana, con all’interno una bobina elettrica ed un magnete. In seguito all’immissione di onde sonore, la bobina si muove nel campo magnetico generando una variazione di corrente. Il segnale viene convertito in digitale grazie alla scheda audio.


Ed è proprio in questo processo che si vede la qualità di un microfono. Esso sarà di maggior qualità nel momento in cui riuscirà ad essere più sensibile alle onde sonore ricevute. Ed è per questo che, nelle registrazioni professionali, si deve avere a disposizione un ambiente il più isolato acusticamente possibile. In caso contrario, nel microfono entreranno suoni indesiderati e fastidiosi.

I microfoni a condensatore, ad esempio, sono solitamente più sensibili rispetto ad uno dinamico. Anche il range di frequenze supportate è nettamente maggiore. Essi necessitano di una alimentazione esterna, cosa che i dinamici non richiedono. Ma come accennato in precedenza, una maggiore sensibilità si traduce anche in una maggior tendenza al catturare rumori secondari indesiderati. Infatti, se cercate un microfono a condensatore su internet, spesso esso è corredato da un set di accessori finalizzati ad evitare questo fenomeno, come i filtri anti-pop, ad esempio. Quest’ultimo elimina le frequenze fastidiose che derivano dalla pronuncia di alcune consonanti durante una registrazione vocale. Questi sono i dispositivi più utilizzati negli studi di registrazione.

BUDGET ED EVENTUALI ACCESSORI

Un buon microfono può partire da prezzi non troppo elevati, anche 60/70 euro circa. Per la registrazione in home studio, però, è consigliabile partire da cifre leggermente più elevate, dai 150 euro circa. Nel budget bisogna anche considerare il costo di eventuali accessori, indispensabili in alcuni casi (ad esempio nei microfoni a condensatore, come abbiamo visto).

Oltre al filtro anti-pop del quale abbiamo accennato in precedenza, quasi sempre è necessaria una asta microfonica. Essa viene montata sul microfono e serve per sorreggerlo, permettendone la regolazione in altezza. Indispensabile per registrare una traccia vocale comodamente. Alternativamente, si può optare per la sospensione elastica, che appunto “sospende” il microfono, on collegandolo direttamente a terra. Questo elimina le potenzialmente fastidiose vibrazioni trasmesse dall’asta al microfono stesso.

Alcuni supporti poi possono essere da tavolo, cioè utilizzabili anche su una piccola scrivania per sorreggere il dispositivo.

MODELLI DI MICROFONI

Audio-Technica AT2035

Ottimo microfono a condensatore, utilizzato prevalentemente per home studio ma anche per live performance. Presente un filtro passa-alto a 80Hz e 10dB pad. Offre una buona qualità di registrazione generale.

Acquistabile a 164 euro.

Blue Blackout Spark SL

Questo microfono a condensatore con diaframma largo vanta una qualità audio eccellente, rendendo adatto a registrazioni di vario tipo, inclusi anche podcast e broadcast. La presenza del filtro passa-alto a 100Hz consente di ridurre drasticamente le vibrazioni durante la registrazione, insieme all’attenuatore da -20dB. Esteticamente molto piacevole e curato. Dotato di connessioni XLR per la scheda audio.

Acquistabile a circa 200 euro.

Shure Sm81-Lc

Questo è un microfono a diaframma stretto, il che lo rende adatto alle registrazioni con strumenti acustici, ad esempio, o in generale le frequenze più alte. I microfoni a diaframma stretto sono più dettagliati ma con una risposta meno morbida e naturale rispetto a quelli con quello largo. Per questo, se dovete registrare le voci o i suoni ambientali, spesso sono meglio i microfoni con diaframma largo.

Ovviamente, considerate l’acquisto di microfoni a diaframma stretto in coppia, per poter effettuare registrazioni di strumenti in stereo.

 

Akg P170

Anche in questo caso, abbiamo un microfono a condensatore con diaframma stretto. Un buon dispositivo, contraddistinto per la sua economicità. Potrebbe essere un buon punto di partenza per chi ha un budget abbastanza ristretto.

Acquistabile sui 70/80 euro.

Avantone CV-12

Questo microfono consente registrazioni di qualità professionale, e con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Cattura i suoni con grande precisione, ed è molto utilizzato negli studi di alto livello, per via delle registrazioni calde e profonde che può effettuare. Molto valido anche per gli strumenti acustici. Arriva con uno splendido box in legno e accessori vari. Esteticamente è uno dei migliori nella sua categoria: curatissimo e dall’aspetto vintage.

Migliori microfoni da studio: guida all'acquisto

Acquistabile sui 500 euro.

© 2021, MBEditore – TPFF srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    • Motor Bike Expo 2022Motor Bike Expo 2022

      Una sensazione di desolazione Dopo la special edition del 2021 in primavera, Motor Bike Expo torna alla sua collocazione originaria… Leggi tutto »

    Pin It on Pinterest