Audio portatile Featured home Prove

Sistema multi-room Audio Pro: un tris di assoluto valore

multi-room Audio Pro

Quello di Audio Pro non è il sistema multi-room più avanzato in commercio, ma se cercate soprattutto prestazioni audio, facilità d’uso e prezzo abbordabile, il produttore svedese ha davvero pochi rivali.

Continua il nostro viaggio all’interno dei sistemi multi-room e, dopo esserci concentrati su Sonos e Denon, oggi vogliamo occuparci di un sistema targato interamente Audio Pro. Questo perché il produttore svedese continua a sfornare speaker wireless di livello eccellente a prezzi molto concorrenziali (tutti tra l’altro acquistabili anche su Amazon), ma anche perché realizzare un impianto multi-room con prodotti Audio Pro si è rivelato estremamente semplice.

Il sistema qui in prova è composto da uno speaker wireless Addon C5, dal fratello maggiore Addon C10 e dal [amazon_textlink asin=’B071CGJ4J1′ text=’Link1′ template=’ProductLink’ store=’ad04f-21′ marketplace=’IT’ link_id=’c0288de9-1b10-11e8-bf9d-d1a142579703′], la cui funzione è connettere al sistema multi-room componenti hi-fi già presenti in casa o altri speaker wireless. Il tutto ha un costo di circa 700 euro, ovvero l’equivalente di due [amazon_textlink asin=’B005BYSFV6′ text=’Sonos Play: 3′ template=’ProductLink’ store=’ad04f-21′ marketplace=’IT’ link_id=’d39f76ef-1b10-11e8-828b-9d7ad6e38b84′] e poco meno di un [amazon_textlink asin=’B01615UVDI’ text=’Sonos Play:5′ template=’ProductLink’ store=’ad04f-21′ marketplace=’IT’ link_id=’dc9b6c94-1b10-11e8-a608-d1e816a71eb5′] accoppiato a un [amazon_textlink asin=’B00FSCNLME’ text=’Sonos Play:1′ template=’ProductLink’ store=’ad04f-21′ marketplace=’IT’ link_id=’67e5e1ef-1b12-11e8-b122-ffb0f1936af9′]. Insomma, un prezzo molto interessante considerando poi l’importante funzione del Link1 e la qualità audio di questi eccellenti speaker svedesi.

Costruzione

Gli Addon C5 e C10 sono speaker wireless molto talentuosi come abbiamo sottolineato anche nelle rispettive recensioni. Esteticamente differiscono tra loro solo per le dimensioni, mentre al loro interno sono due diffusori attivi piuttosto diversi.

Il C10 ad esempio integra un driver per i medio-bassi da 13cm contro quello da 10cm del C5, senza poi dimenticare la porta reflex più ampia a favore del primo, che vanta anche una potenza di 80W in classe D contro i 40W del C5 e riesce a scendere in gamma bassa fino a 45Hz contro i 50Hz del C5.

Come connessioni sul pannello superiore troviamo un ingresso AUX, mentre sul retro entrambi gli speaker ospitano una porta Ethernet, un’uscita per un subwoofer, una USB per la ricarica di un dispositivo, il pulsante per la connettività Wi-Fi e una RCA.

Link1

Prima di passare alla prova del sistema, conviene spendere qualche parola sul Link1, un piccolo accessorio da 100 euro grazie al quale è possibile rendere qualsiasi dispositivo audio parte di un sistema multi-room Audio Pro collegandolo ad altoparlanti, stereo, radio o a un ricevitore.

Il Link1 prende in pratica i brani da riprodurre tramite l’app mobile di Audio Pro, si connette alla rete domestica tramite Wi-Fi o Ethernet e “distribuisce” la musica ai dispositivi collegati all’uscita ottica o a quella AUX da 3,5mm (ma nella confezione c’è anche l’adattatore AUX-RCA). Il tutto con la massima semplicità e con un procedimento di set-up davvero alla portata di tutti.

Set-up

Mettere in piedi un sistema audio multi-room con questi tre componenti non potrebbe essere più facile. L’app di Audio Pro cerca tutti i prodotti connessi alla rete domestica (con l’opzione di aggiungerne altri manualmente) e da qui in poi è possibile gestire l’impianto come si vuole. L’app è certamente semplice da usare, ma rispetto a quelle dei principali rivali in ambito multi-room risulta fin troppo essenziale, anche perché a parte controllare gli alti e i bassi e impostare il tipo di set-up (due speaker in stereo o zone multi-room) non si può fare molto altro.

Ci sono anche alcuni bug che influiscono sulla stabilità dell’app (nulla di particolarmente grave comunque) e l’implementazione dell’assistente virtuale Alexa di Amazon, fatta attraverso l’app e non aggiungendo un microfono negli speaker, non porta granché. Non solo perché Alexa non supporta ancora i comandi vocali in italiano, ma anche perché abbiamo riscontrato qualche incongruenza tra un comando ricevuto correttamente come passare al brano successivo e il display dell’app, che invece mostrava ancora lo stesso brano di prima.

Insomma, qualcosa da migliorare a livello di usabilità c’è sicuramente, ma considerando il prezzo dell’intero sistema e la qualità audio espressa da questi due diffusori si può passare sopra a questo limite senza tanti problemi.

Qualità audio

Il punto chiave delle prestazioni di questo sistema multi-room è la musicalità senza rivali a un prezzo simile, ma anche andando contro avversari molto più costosi gli speaker di Audio Pro si difendono alla grande. Prendete ad esempio l’Addon C5 come punto di partenza. Il suo livello di dettaglio è sbalorditivo e lo speaker è in grado di restituire le trame e il timbro di ogni strumento e delle voci allo stesso modo, senza per questo dare poca importanza alla coesione o all’organizzazione.

Sempre l’Addon C5 esprime un timing quasi metronomico, offrendo al tempo stesso anche un senso dinamico che cattura in modo impeccabile l’enfasi ritmica. E questa espressione dinamica è forse il vero tratto distintivo dello speaker, capace di riflettere allo stesso modo i cambiamenti più evidenti e le sfumature più sottili e impercettibili.

Ora aggiungete l’aumento di profondità e potenza dell’Addon C10 e le prestazioni non potranno che guadagnarne, soprattutto in gamma bassa e come autorità generale. C’è anche più ampiezza nella presentazione, più tridimensionalità e più dettagli ambientali e maggiore spazio per le variazioni dinamiche più marcate, tanto che ogni euro in più speso rispetto al C5 viene restituito con gli interessi.

Il Link1 forse ha un peso minore in quello che è in effetti un ruolo mediano, ma svolge il proprio compito specifico con uguale sicurezza. Si adatta al nostro [amazon_textlink asin=’B0183T1076′ text=’Addon T3 ‘ template=’ProductLink’ store=’ad04f-21′ marketplace=’IT’ link_id=’9aa6da3a-1b11-11e8-8fed-8974a518cc9b’](altro speaker wireless consigliatissimo) come un guanto (e la cosa che non sorprende visto che siamo sempre in ambito Audio Pro), ma anche la sua aderenza al nostro sistema Hi-Fi di riferimento si è rivelata inaspettatamente ottima.

Verdetto

La gamma Audio Pro non avrà forse il fascino di quella di altri rivali dediti quasi esclusivamente a soluzioni multi-room e l’app è un po’ carente, fattore che potrebbe limitare l’appeal generale per alcuni appassionati. Come prestazioni audio però non c’è niente che possa suonare così bene a un simile prezzo… e scusate se è poco.

© 2018, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

  • Verdetto
5

Riassunto

Quello di Audio Pro non è il sistema multi-room più avanzato in commercio, ma se cercate soprattutto prestazioni audio, facilità d’uso e prezzo abbordabile, il produttore svedese ha davvero pochi rivali.

Pro
Sound dettagliato ed espressivo con un’ottima presenza in gamma bassa
Si possono aggiungere anche speaker Addon meno recenti
Ottimo rapporto qualità-prezzo

Contro
L’app di Audio Pro non è proprio il massimo.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest