AF Focus Featured home Mercati Notizie TV

Ho 500€, che televisore compro?

Un televisore da 500 euro non deve costringere a puntare troppo al ribasso nella qualità, basta sapere cosa e dove cercare

Se il budget è limitato e si desidera cambiare televisore la cosa più furba da fare è concentrarsi sull’essenziale, dando spazio alle personali priorità. Con 500€ si può arrivare ad acquistare un buon pannello, che disponga anche di ottime funzioni per supportarne l’uso Smart e la navigazione in rete, configurabile secondo le proprie esigenze e gusti. Se poi il servizio streaming del cuore non fosse presente nonostante il prezzo fosse allettante si può sempre considerare l’aggiunta di una piccola unità esterna, come l’Amazon Fire Stick per completare l’offerta online.

Inutile nascondere l’evidenza dell’irraggiungibilità di categorie di schermi tecnicamente superiori come l’OLED: in questo preciso momento la cifra (incredibilmente) più bassa per un simile tv si aggira attorno alle 890€ per il 55” pollici Hisense A8G. In periodo di Black Friday le offerte peraltro abbondano e non sono pochi i siti e-commerce che abbassano i prezzi di ulteriori punti in percentuale in quello che è riconosciuto da sempre il periodo più caldo dell’anno quanto a vendita televisori.

televisore

Impossibile l’OLED come trovare pannelli 10 bit reali, importante siano almeno 10 bit simulati (8 + FRC). C’è chi li dichiara comunque 10 bit, ma in realtà l’occhio viene ingannato credendo di avere di fronte il potenziale dell’oltre 1 miliardo di sfumature colore. La differenza sostanziale potrebbe affiorare in presenza di segnali 4K HDR a metadati dinamici, HDR-10+ e Dolby Vision, dove se l’elettronica non è più che rapida e precisa nella gestione delle informazioni si rischia di accorgersi dell’effetto banding, con crash delle sfumature colore anche per materiale di altissima qualità in ingresso.

Al netto della presenza di un ricevitore digitale terrestre di ultima generazione (DVB-T2) e di uno satellitare integrato per il DVB-S2, la risoluzione 4K è oggi un imperativo a cui non si può rinunciare. Ciò per sfruttare al meglio delle possibilità la programmazione streaming (anche se di limitata qualità tecnica specie nei momenti di congestione anche della banda larga), e soprattutto il materiale fisico su Blu-ray 4K a oggi ancora tecnicamente imbattibile.

televisore

Puntate in primis su schermi Quantum Dot o QLED che dir si voglia, raggiungendo contemporaneamente due scopi: spesso ottima gestione del consumo energetico, migliore precisione colori neri inclusi. Schermi Direct LED con “local dimming” consentono un migliore controllo dell’illuminazione del pannello e quindi inferiori aloni che si producono attorno agli elementi immersi nel buio. Attenzione all’Edge LED, dove l’illuminazione dello schermo risiede alle estremità dello stesso, pregiudicando il nero e aumentando il “light blooming”.

A questo prezzo e con questi tagli il pannello può essere principalmente di due categorie: IPS – In Plane Switching con un miglior angolo di visione, oppure VA – Vertical Alignment, dove si abbassa l’angolo di visione mentre salgono fedeltà cromatica e contrasto. Il risultato in termini di tempi di ritardo, meglio se sotto i 20 ms, dovrebbe soddisfare la stragrande maggioranza se non tutti i gamer più o meno occasionali, gli e-gamer che puntano ad avvicinarsi al singolo millisecondo dovranno spendere di più.

televisore

L’offerta network oltre al Wi-Fi bibanda deve includere anche il Bluetooth e almeno lo slot per la card relativa ai programmi ad accesso condizionato CI+ (che sia versione 1.4). Connessioni HDMI 2.0b e gestione di segnali 4K/60Hz, improbabile a questo livello incrociare ulteriori funzioni di ottimizzazione come VRR, ALLM, G-Sync/V-Sync, Filmmaker Mode.

Terminali USB almeno 2.0, se siete abituati ad ascoltare tramite cuffia a filo deve esserci il jack 3,5 mm che non è poi così scontato. Tra i comparti più deficitari potrebbe esserci l’audio, con (non più di) una coppia di diffusori in media da 10 Watt l’uno, per un suono molto basico che potrebbe richiedere una maggiore presenza tramite soundbar (+ subwoofer) aggiuntiva.

televisore

Hisense 55AE7000F – 449€
55” pollici risoluzione 4K, pannello VA, retroilluminazione Direct LED, 10 bit non nativi (8 + FRC) e frequenza massima 60 Hz. Compatibilità con segnali video HDR-10, HDR-10+ e HLG. Pronto per il digitale terrestre DVB-T2 e satellite DVB-S2, sistema operativo proprietario VIDAA U 3.0 con l’essenziale, include DAZN, Netflix, Prime video, Rakuten, Chili e Infinity ma senza Disney+. Wi-Fi bibanda, Bluetooth 5.0, 3x HDMI 2.0, 2x USB 2.0, uscita audio ottico digitale, slot card accesso condizionato CI+ (1.4). Input lag 28 ms (4K/60Hz con HDR). Amazon Alexa. Audio 2x 8 Watt. Dimensioni 123 x 77,3 x 22,6 cm (L x A x P) e peso 12,6 Kg.

televisore

LG NanoCell 50NANO806PA – 499€
50” pollici risoluzione 4K, pannello VA, Edge LED con local dimming, 10 bit non nativi (8 + FRC) e frequenza massima 60 Hz. Compatibilità con segnali video HDR-10 e HLG. Pronto per il digitale terrestre DVB-T2 e satellite DVB-S2, sistema operativo proprietario WebOS 6.0 con accesso a DAZN, Netflix, Prime video, Rakuten, Chili, Infinity e Disney+. Wi-Fi bibanda, Bluetooth 5.0, 4x HDMI 2.0, 2x USB 2.0, uscita audio ottico digitale, slot card accesso condizionato CI+ (1.4). Apple Homekit, Airplay2 e Apple tv, Filmmaker Mode, Amazon Alexa. Input lag attorno ai 10 ms (4K/60Hz). Audio 2x 10 Watt. Dimensioni 112 x 71,8 x 25,7 cm (L x A x P) e peso 14,4 Kg.

televisorePhilips 50PUS7506/12 – 489€
50” pollici risoluzione 4K, pannello VA, Direct LED con local dimming, 10 bit non nativi (8 + FRC) e frequenza massima 60 Hz. Compatibilità con segnali video HDR-10, HDR-10+, HLG, Dolby Vision. Pronto per il digitale terrestre DVB-T2 e satellite DVB-S2, sistema operativo proprietario Saphi con accesso a DAZN, Netflix, Prime video, Rakuten, Chili, Infinity e Disney+. Wi-Fi bibanda, Bluetooth 5.0, 3x HDMI 2.0, 1x USB 2.0, 1x USB 3.0, uscita audio ottico digitale, slot card accesso condizionato CI+ (1.4). Google Assistant e Amazon Alexa. Audio 2x 10 Watt. Dimensioni 111,22 x 67,73 x 25,97 cm (L x A x P) e peso 11,5 Kg.

televisore

Caixun EC55S1A – 439€
Produttore australiano che si sta facendo conoscere anche in Italia, il Caixun 55” pollici ha risoluzione 4K, Direct LED con local dimming, 10 bit non nativi (8 + FRC) e frequenza massima 60 Hz. Compatibilità con segnali video HDR-10 e HLG. Pronto per il digitale terrestre DVB-T2 e satellite DVB-S2, sistema operativo Android, app YouTube, Google Play, Netflix, Live TV. Wi-Fi bibanda, Bluetooth, 3x HDMI 2.0b, 2x USB 2.0. Audio 2x 8 Watt. Dimensioni 123,19 x 71,3 x 8,6 cm (L x A x P) e peso 12,5 Kg.

televisore

Samsung UE43AU7190UXZT – 429€
43” pollici risoluzione 4K, VA, Edge LED con local dimming, 10 bit non nativi (8 + FRC) e frequenza massima 60 Hz. Compatibilità con segnali video HDR-10, HDR-10+ e HLG. Pronto per il digitale terrestre DVB-T2 e satellite DVB-S2, sistema operativo proprietario Tizen 6.0, Apple AirPlay2, assistente Bixby, Alexa e Google Assistant. Filmmaker Mode, Wi-Fi bibanda, Bluetooth 4.2, 3x HDMI 2.0b, 1x USB 2.0. Input lag 10 ms (4K/60Hz HDR). Audio 2x 10 Watt. Dimensioni 96,39 x 62,78 x 19,25 cm (L x A x P) e peso 8,3 Kg.

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest