Featured home Hi-Fi Notizie

Klipsch The Five: i diffusori attivi con un cuore da soundbar

Klipsch The Fives

Grazie alla presa HDMI (ARC), i diffusori attivi Klipsch The Fives possono sostituire agilmente una soundbar. Ma i loro punti di forza sono anche altri

Non capita spesso di vedere dei diffusori attivi con una porta HDMI (ARC) e funzionalità CEC per renderli dei perfetti sostituti a una tipica soundbar. Se quindi cercate qualcosa di simile a un prezzo non esorbitante (899 euro) e con una spiccata attenzione a finiture e qualità audio, potreste puntare sui Klipsch The Fives, disponibili in Italia da ora sotto distribuzione Exhibo.

Assieme al The One II e al The Three II, i The Fives compongono la line-up dei diffusori attivi del brand americano e sono anche i più potenti, costosi e completi dei tre. Parliamo infatti di speaker che formano un sistema stereo da 160W di potenza e che possono essere collegati a un ampio numero di sorgenti audio e video (ricordiamo appunto che hanno una presa HDMI).

Gli ingressi analogici comprendono infatti un Phono/Line e un mini-jack da 3,5mm, mentre quelli digitali si affidano a una porta USB e a un ingresso ottico (e non manca nemmeno il Bluetooth 5); chi poi vuole abbinare un subwoofer al sistema, può farlo senza problemi grazie all’uscita in formato RCA. All’interno di ognuno dei due diffusori a due vie troviamo un tweeter a tromba Titanium LTS da 2,5 mm con corno Tactrix e un woofer con cono ad alta escursione da circa 12 cm (sul retro spicca invece la porta reflex).

L’equalizzazione dinamica dei bassi punta a offrire bassi potenti ed equilibrati e non manca la decodifica 24-bit/192kHz per riprodurre tramite USB tracce audio ad alta risoluzione. I Klipsch The Fives sono realizzati con materiali di pregio come l’impiallacciatura in vero legno e gli interruttori e le manopole tattili sulla parte superiore, che servono per la selezione della sporgente audio e il controllo del volume.

Klipsch ha definito i The Fives come i diffusori più versatili al mondo e anche se non possiamo confermare questo primato, sicuramente sono speaker attivi a cui si può collegare davvero qualsiasi sorgente audio e persino un televisore (tra l’altro, tramite CEC, si può utilizzare il telecomando del TV per controllare il volume dei diffusori). Difficilmente questi Klipsch finiranno con l’impensierire i KEF LSX (anche perché questi ultimi costano quasi 400 euro in più), ma rimangono comunque un’alternativa molto interessante.

© 2020, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest