Home cinema Notizie

Soundbar B&O Beosound Theater: come lei… nessuna

Beosound Theater

La Beosound Theater di Bang&Olufsen è una soundbar top di gamma compatibile con Dolby Atmos disponibile dal 3 ottobre al prezzo (non proprio popolare) di 6500 euro

Tre anni dopo il lancio della sua prima soundbar (Beosound Stage), Bang & Olufsen torna sul luogo del delitto annunciando all’IFA 2022 la Beosound Theater, modello top di gamma compatibile con Dolby Atmos e atteso sul mercato dal 3 ottobre al prezzo (non proprio popolare) di 6500 euro.

Come sempre quando si parla di B&O, il design e l’estetica giocano un ruolo fondamentale e anche qui, grazie a scelte riprese dall’elegante speaker wireless Beolab 28, non siamo di fronte alla classica soundbar nera e squadrata come si evince anche dal rivestimento in tela nera con bordi in alluminio, mentre la finitura in quercia è opzionale (costa 1000 euro in più) e si abbina al meglio agli ultimi TV B&O.

All’interno della Beosound Theater troviamo ben 12 driver, inclusi due woofer da 6,5 pollici a corsa lunga, il tutto spinto da 800 watt di amplificazione per offrire un’esperienza cinematografica potente e coinvolgente con una pressione sonora che si spinge fino a 112 dB. Per preservare la chiarezza del parlato in mezzo a tutta questa potenza, il tweeter è montato direttamente davanti al driver midrange e questo allineamento aiuta a garantire una migliore distribuzione del suono pur mantenendo la direttività per ottimizzare il dialogo.


Inoltre, la combinazione di driver diretti, laterali e rivolti verso l’alto con le tecnologie Beam Width e Beam Direction Control assicura che tutti gli altoparlanti lavorino insieme per restituire un paesaggio sonoro tridimensionale molto attento alla direzionalità del suono. Secondo l’azienda danese, l’obiettivo di questo setup è dirigere il suono lontano dall’ascoltatore per aumentare proprio la percezione di ampiezza.

Sebbene la Beosound Theater sia stata ottimizzata per funzionare al meglio con specifici TV LG da 55, 65 e 77 pollici (ricordiamo che LG Display fornisce i pannelli OLED a Bang & Olufsen), la staffa di collegamento motorizzata è studiata in modo da fungere da “dock” per molti altri TV e offre una connessione senza soluzioni di continuità tra lo stand e lo schermo. Realizzata affinché ogni ingombro sia sapientemente celato alla vista, realizzando così un design integrato tra schermo e soundbar, la staffa presenta uno scomparto per nascondere cavi in eccesso.

Inoltre, il supporto da tavolo e la staffa a parete in dotazione consentono ulteriori opzioni di posizionamento e l’elemento modulare della soundbar consente di estendere la copertura e le “ali” in alluminio se si decide di cambiare il proprio TV con uno di dimensioni maggiori.

Per chi poi desidera integrare la Beosound Theater in un sistema audio surround più ampio o creare un sistema audio home cinema nel tempo, la soundbar è dotata di sette uscite integrate, supporta fino a 16 altoparlanti esterni e può diventare il cuore di una configurazione Dolby Atmos a 7.1.4 canali. In questo caso funziona come un diffusore centrale che unisce la decodifica Dolby Atmos e la post-elaborazione con l’algoritmo proprietario True Image per ottenere il massimo dagli speaker B&O collegati.

Un nuovo sistema di gestione dei bassi mira a inoltre utilizzare tutti i diffusori Bang & Olufsen nel sistema esteso per lavorare insieme come una singola unità, mentre la tecnologia di configurazione Roomsense misura la distanza dall’ascoltatore alla soundbar, assegna un ruolo a ciascun diffusore in base alla sua posizione e compensa le eventuali anomalie della stanza. Per quanto riguarda le connessioni, troviamo quattro HDMI, una delle quali con funzione eARC, inoltre non mancano le connessioni wireless tra Wi-Fi per AirPlay 2 e Chromecast oltre al controllo tramite app di B&O. La soundbar è infine equipaggiata con Mozart, la piattaforma software esclusiva di Bang & Olufsen, che garantisce la connessione immediata e senza problemi con i prodotti commercializzati a partire dal 1986.

© 2022, MBEditore – TPFF srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest