AF Focus Featured home Home cinema I consigli di AF Digitale Notizie Tendenze TV

TV e soundbar: vedere e sentire bene a meno di 1000 euro

tv soundbar

Avete un budget massimo di 1000 euro e volete acquistare un nuovo TV e una soundbar? Ecco la nostra proposta affidata a un TV Samsung e a una soundbar Yamaha

Molti dei nostri lettori ci chiedono spesso consigli su soluzioni più o meno economiche per abbinare un TV a una soundbar. Oggi ci concentriamo sulla cifra simbolica di 1000 euro, ma optando per un TV più piccolo e per una soundbar più economica (magari senza subwoofer esterno) si può ovviamente spendere molto meno. In questo caso però abbiamo scelto un TV di dimensioni considerate oggi “medie” e una soundbar economica con subwoofer wireless, il tutto per una spesa poco superiore ai 900 euro.

TV Samsung QLED Q60C da 55 pollici

Iniziamo dal TV. Trovare un 55 pollici di buona qualità a 700 euro non è facile, ma spulciando sul web abbiamo trovato questo Samsung Q70C a 699,99 euro, prezzo davvero super per un TV della gamma 2023 che offre caratteristiche decisamente interessanti. La serie Q70C comprende quattro modelli LCD con tecnologia QLED e si posiziona subito sopra la Q60C e sotto la Q80C. Una serie “mediana” che per questo modello da 55’’ mette a disposizione molte feature anche per i videogamer.

Ma andiamo con ordine. Il Q70C è un TV con pannello 4K di tipo VA, una luminanza di picco di poco inferiore ai 500 nit in HDR, copertura DCI P3 dell’87%, retroilluminazione Dual LED e processore Quantum Processor 4K, che tra le altre cose si occupa di effettuare l’upscaling. Il refresh-rate a 120Hz tramite Motion Xcelerator Turbo+ e i quattro ingressi HDMI 2.1 sono un bel bonus per un TV come questo (che non è certo un top di gamma), con in più il supporto per il VRR (Variable Refresh Rate).


Sempre in ambito gaming troviamo anche la comoda funzione ALLM e il supporto per le tecnologie Freesync di AMD e G-Sync di Nvidia, mentre l’input lag è compreso tra 7 e 10 ms a seconda del refresh-rate. L’HDR manca solo del Dolby Vision, ma per il resto troviamo tutti i formati del caso, compreso l’HDR10+ Adaptive e non manca la modalità di visione Filmmaker Mode per vedere i contenuti con il massimo grado di fedeltà.

Il sistema operativo è naturalmente Tizen (versione 2023), con l’immancabile SmartThings per la gestione della demotica casalinga, mentre il telecomando con ricarica solare/USB integra un microfono per i comandi vocali a Bixby, Alexa e Google Assistant. Dal sistema audio integrato non ci si possono aspettare miracoli e anche per questo consigliamo l’acquisto di una soundbar come quella proposta qui sotto. Troviamo infatti due speaker per un totale di 20W e supporto per la tecnologia proprietaria Q-Symphony, Dolby Digital e Dolby Atmos.

Per spendere qualcosa di meno, avremmo potuto scegliere un modello della serie Q60C o un TV di un altro brand più economico come TCL e Hisense, ma approfittando di questo prezzo abbiamo optato per il Q70C per la sua completezza di funzioni (soprattutto per i videogiocatori) e per una qualità video consona a un modello da 700 euro.

Soundbar Yamaha SR-C30A

Visto che il Q70C ha un sistema audio integrato a dir poco basico e limitato, l’acquisto di una soundbar è pressoché d’obbligo se siete un minimo appassionati di Home Cinema. Contando anche il prezzo molto invitante (è un modello dello scorso anno), abbiamo scelto la Yamaha SR-C30A, che grazie al subwoofer wireless incluso è una delle soundbar migliori in assoluto che si possano acquistare oggi attorno ai 200 euro.

Non solo questo sistema è progettato, secondo Yamaha, per “fornire una qualità di riproduzione elevata con un campo sonoro tridimensionale migliorato”, ma il subwoofer wireless è così compatto che può stare praticamente ovunque e l’assenza di cavi di collegamento alla soundbar lo rende ancora più semplice da posizionare (la soundbar si può poi installare anche a parete). Il subwoofer è alto solo 36cm e può essere installato anche in orizzontale grazie alla porta di frontale e al driver su un lato. La soundbar è invece larga 60 cm e alta solo 6,4 cm e può quindi essere messa sotto un’ampia varietà di TV senza intralciarne la visione.

Da notare che Yamaha non ha puntato su tecnologie come il Dolby Atmos (che a questo prezzo sarebbe solo uno specchietto per le allodole) e non ha nemmeno promesso mirabolanti prestazioni di surround virtuale. La SR-C30A è infatti una soundbar puramente stereofonica, con il produttore nipponico che ha puntato molto sulla sua tecnologia True Sound per ottenere dettagli, chiarezza e realismo ma sempre in ambito stereo.

Inoltre, la tecnologia Adaptive Low Volume mira a mantenere il giusto equilibrio sia quando si ascolta a basso volume, sia quando si decide di alzarlo, mentre la funzione Clear Voice punta a rendere i dialoghi più nitidi e comprensibili. Il sistema fornisce nel suo complesso 90W, divisi tra 40W della soundbar (2x20W) e 50W del subwoofer. La prima integra due driver da 4,6 cm, mentre il subwoofer si affida a un più generoso driver da 13 cm.

Per quanto riguarda la connettività, gli ingressi coprono HDMI ARC, una coppia di ingressi digitali ottici e un ingresso analogico. C’è anche il Bluetooth 5.0 (ma niente codec avanzati come aptX), mentre mancano Wi-Fi e AirPlay. L’app Sound Bar Controller è un’ottima alternativa al telecomando in dotazione. Entrambi i metodi danno comunque accesso a quattro modalità audio (Stereo, Standard, 3D Movie, Game), mentre i formati audio supportati sono Dolby Digital e Dolby Pro Logic II (niente DTS).

© 2023, MBEditore – TPFF srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Loading RSS Feed


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest