AF Focus Featured home I consigli di AF Digitale Notizie Tecnologie Tendenze TV

TV OLED sotto i 55’’: tutti i modelli disponibili in Italia

tv oled

Dallo scorso anno i TV OLED sono finalmente scesi sotto la diagonale “psicologica” dei 55 pollici e quest’anno sono arrivati addirittura i modelli da 42’’. Ecco cosa offre il mercato italiano

Escludendo i primissimi prototipi e schermi di piccole dimensioni, ci sono voluti diversi anni prima che i TV OLED scendessero sotto i 55 pollici di diagonale. Questione sia di difficoltà produttive (e relativi costi elevati), sia di un’utenza che, inizialmente, non era forse propensa a spendere molto per un OLED di dimensioni così compatte. Poi sappiamo come sono andate le cose. I processi produttivi si sono affinati e sono diventati meno onerosi per LG Display e i TV OLED sono iniziati a costare meno, fattore che ha spinto molti a scegliere questi modelli al posto di quelli LCD trovandosi però di fronte a una minor scelta in fatto di dimensioni.

tv oled

Solo nel 2020, a circa sette anni di distanza dal primo TV OLED da 55’’, abbiamo finalmente visto i primi modelli da 48’’, perfetti per chi ha problemi di spazio ma non vuole rinunciare alla qualità video che solo l’OLED può dare. Se già questa novità fu accolta con non poco stupore, quest’anno lo stupore è addirittura aumentato con l’uscita dei primi TV OLED da 42’’, una diagonale decisamente piccola per un uso del TV da salotto ma molto intrigante per gli appassionati di gaming da scrivania, che possono finalmente giocare a distanza ravvicinata con un TV OLED senza rovinarsi gli occhi a un prezzo molto più conveniente rispetto a un monitor gaming OLED dalle dimensioni simili.

Trovare oggi un TV OLED sotto i 55’’ non è insomma più una chimera e di seguito elenchiamo i principali modelli da 42’’ e 48’’ disponibili oggi sul mercato. Che sono ancora in minoranza rispetto ai fratelli maggiori da 55’’ e 65’’, ma che hanno il grande merito di rendere ancora più accessibile la tecnologia OLED in termini di spazio e prezzo a chi ancora non la conosce.


LG

Quest’anno LG propone tre modelli al di sotto dei 55’’. Il primo e più economico è l’A2 da 48’’ con un prezzo di listino di 1299 euro, anche se online lo si trova ormai sotto i 1000 euro. Si tratta di un TV entry-level con pannello 4K HDR (frequenza di aggiornamento a 50/60 Hz), processore Alpha 7 e sistema audio minimale, ma per entrare nel mondo OLED va più che bene.

Se volete qualcosa di meglio, ecco la serie C2, che offre modelli da 42’’ e 48’’ rispettivamente a 1399 e 1699 euro di listino. Anche in questo caso i prezzi online sono scesi parecchio e in ogni caso parliamo già di TV ben più evoluti rispetto a quelli della serie A2. Troviamo infatti pannelli OLED evo a 100/120 Hz (privi però del Brightness Booster dei fratelli maggiori), ingressi HDMI 2.1 compatibili con tutte le feature dello standard (soprattutto quelle legate al gaming) e il potete processore Alpha 9.

Ovviamente, per risparmiare ulteriormente, potete puntare ai modelli dello scorso anno e quindi agli A1 e C1 da 48’’, i cui prezzi online sono davvero aggressivi e allettanti (parliamo quasi di cifre quasi dimezzate rispetto ai listini originali).

Sony

tv oled

Quest’anno il produttore nipponico propone due TV OLED da 42’’ e 48’’ della serie A90K, caratterizzati però da prezzi piuttosto elevati (1899 e 1999 euro) pur essendo modelli di gamma alta. La serie A90K si distingue infatti per il Cognitive Processor XR, per le tecnologie XR OLED Contrast Pro e Triluminos Pro, per il sistema audio Acoustic Surface Audio+, per 2 ingressi HDMI 2.1 a 48 Gbps compatibili con Ultra HD a 120 Hz, eARC, ALLM e VRR e per feature avanzate come BRAVIA CORE con Calibrated Mode e Ambient Optimization Pro, il tutto impreziosito da Android TV come sistema operativo.

Philips

Quest’anno Philips propone gli OLED807 e OLED707 da 48’’ (ancora nessun modello da 42’’ in vista). Il primo (1499 euro di listino) monta un pannello OLED.EX con refresh-rate di 100/120 Hz, sistema Ambilight su 4 lati con controllo dei singoli LED, processore P5 AI di sesta generazione, supporto HDR totale, DTS Play-Fi, Android TV 11, sistema audio 2.1 da 70 W e 4 ingressi HDMI, di cui 2 HDMI 2.1 da 48 Gbps con supporto per Auto Low Latency Mode (ALLM), Ultra HD a 120 Hz, eARC (HDMI 2) e Variable Refresh Rate (VRR).

Il secondo (1299 euro) rinuncia ai pannelli OLED.EX e deve accontentarsi dell’Ambilight su 3 lati, ma per il resto offre le stesse caratteristiche del fratello maggiore (sistema audio compreso). Occhio però al 48OLED806 dello scorso anno che online si trova anche a meno di 800 euro. Non ha il pannello OLED.EX, ma a questo prezzo può fare gola a molti.

Panasonic

Anche Panasonic quest’anno ha puntato sui modelli da 42’’. La serie LZ1500 comprende infatti questo modello ultra compatto e quello più grande da 48’’ (i prezzi non sono stati ancora comunicati). Questa serie di contraddistingue per il pannello OLED.EX con frequenza di aggiornamento a 100/120 Hz, processore HCX Pro AI, Smooth Motion Drive Pro, Calman Ready con generatore di segnale integrato, sistema audio Cinema Surround Pro, HDR totale, 4 ingressi HDMI con eARC (HDMI 2), ALLM (tutti gli ingressi), Ultra HD a 120 Hz (HDMI 1 e 2), Variable Refresh Rate e FreeSync Premium (HDMI 1 e 2) e modalità video Game Mode Extreme.

Due autentici top di gamma leggermente superiori ai modelli da 42’’ e 48’’ della serie LZ980 e della serie LZ800, con quest’ultima (venduta in esclusiva su Amazon) che rispetto alla LZ980 presenta solo qualche differenza estetica e un sistema audio meno evoluto. Spostandoci allo scorso anno, troviamo invece i modelli da 48’’ della serie JZ1000 (1699 euro) e JZ1500 (1799 euro). Trattandosi di Panasonic, i prezzi elevati non devono stupire più di tanto e in ogni caso il nostro consiglio, vista la pochissima differenza di prezzo, è di andare sullo JZ1500 e godere del pannello leggermente migliore.

© 2022, MBEditore – TPFF srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI


    MBEditore network

    Pin It on Pinterest