Featured home Hi-Fi Notizie

Music Hall e Pro-Ject: giradischi dalla sinergia unica

Music Hall e Pro-Ject: giradischi dalla sinergia unica

Audiogamma porta in Italia i giradischi Music Hall, azienda acquisita recentemente da Pro-Ject con a listino sette modelli per tutte le tasche

Music Hall è una azienda nata nel 1985 dalla passione di Roy Hall per i giradischi. Inizialmente Music Hall offriva un solo prodotto nel suo catalogo, ma con gli anni ha dato vita a un’intera gamma di giradischi che oggi conta numerosi modelli caratterizzati da un sistema proprietario di disaccoppiamento realizzato con una serie di plinti strati di diverso spessore accoppiati tramite coni viscoelastici.

Questo sistema garantisce l’isolamento meccanico dei vari elementi costituenti il giradischi, diminuendo in modo significativo il rumore. Ovviamente più plinti sono sovrapposti, maggiore sarà il fattore di smorzamento. Music Hall è stata acquisita lo scorso anno da Pro-Ject e ciò ha creato un’interessante sinergia in grado di unire il disaccoppiamento della base attraverso la sovrapposizione di più plinti con i bracci in carbonio di Pro-Ject.

Da oggi i giradischi di Music Hall sono distribuiti in Italia da Audiogamma. Il modello entry level MMF-3.3 da 699 euro ha 2 strati ed è dotato di braccio da 8,6” con canna in carbonio, shell in alluminio e testina Ortofon 2M Red. Trazione a cinghia con motore DC e velocità 33/45 regolate elettronicamente e 78 manualmente e piatto in lega di alluminio completano le specifiche tecniche.

Music Hall e Pro-Ject: giradischi dalla sinergia unica
Music Hall MMF-7.3

L’MMF-5.3 da 1199 euro ha invece un braccio da 9” più sofisticato e con regolazione di VTA e Azimuth e la testina pre-montata è la prestigiosa 2MBLUE. Il piatto è sempre in lega di alluminio e le finiture sono le stesse del modello inferiore 3.3. Si passa poi al modello MMF-7.3 (1499 euro) con braccio sempre in carbonio ma con shell integrato in una unica fusione; questo giradischi è inoltre dotato di un motore completamente isolato in una propria sede smorzata e di un cuscinetto centrale in Teflon. Non è dotato di alcuna testina, mentre lo è la versione SE, ovvero la MMF-7.3SE (1699 euro) che monta una Ortofon 2MBronze.

L’MMF-9.3 (2099 euro) ha invece 3 plinti sovrapposti, offrendo quindi maggiore smorzamento. Il braccio e il piatto sono gli stessi del 7.3 e il motore è completamente separato dal giradischi in un suo contenitore per evitare la trasmissione di qualsiasi vibrazione. È disponibile anche nella versione MMF-9.3SE (2599 euro) con testina Goldring Eroica LX.

Infine, il top di gamma MMF-11.3 da 4499 euro con quadruplo plinto e braccio Pro-Ject 9CC Evolution. Questa particolare configurazione ha permesso di montare il braccio sul plinto superiore e il cuscinetto di rotazione sul secondo, mentre i piedini sono sul primo. Ogni elemento vitale del giradischi ha un suo piano di appoggio dedicato, in modo da ridurne al minimo l’interazione. Altra chicca è il doppio motore con flywheel alloggiato in un contenitore a parte completamente separato e indipendente, scelta che di solito troviamo in giradischi di ben altra fascia di prezzo. Nella versione MMF-11.3SE da 6199 euro troviamo la testina Ortofon Cadenza Blu premontata.

Music Hall e Pro-Ject: giradischi dalla sinergia unica
Music Hall Classic

Chiudono la gamma due modelli meno costosi. L’USB-1 da 299 euro è un giradischi per DJ, compreso di braccio e di testina Audio Technica AT3600L, con trazione a cinghia, velocità 33/45 giri con regolazione della velocità tramite slider del +/-10%. Il piatto è in alluminio, ed è dotato di uscita USB per registrare i vinili in MP3 su PC. Il braccio è ad S con shell intercambiabile e ucita RCA selezionabile Phono/Linea. Il colore è in nero laccato.

Ci vogliono invece 699 euro per il Classic, tra i pochi giradischi semi-automatici dotato di automatismo di alza braccio e spegnimento a fine disco. Questo modello ha un braccio diritto uni-pivot con shell intercambiabile e testina Music Hall Spirit. La trazione è a cinghia, con velocità 33/45 regolata elettronicamente, piatto in alluminio e stadio phono incorporato con selezione phono/linea.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto

© 2020, MBEditore, riproduzione riservata.


 

 

 

 

 

Pin It on Pinterest