Featured home HI-FI Home cinema Notizie

Il negozio Hi-Fi: istruzioni per l’uso e per gli acquisti.

Show Room Fonte: New Audio

Il negozio Hi-Fi da un lato è una manna dal cielo, dall’altro potrebbe nascondere delle insidie. Eccovi alcuni consigli da mettere in pratica in fase di acquisto.

distributori

Il negozio Hi-Fi è un luogo magico dove verrete circondati da oggetti da mille e una notte e dove troverete persone che gli oggetti  li hanno provati veramente. A chi serve il negozio fisico? Fondamentalmente serve a tutti perché è uno dei pochi modi per provare realmente un componente e toccarlo con mano. In particolare, può servire al neofita che preso dai mille consigli dell’amico dell’amico o dai vari giudizi letti su internet potrebbe incappare in un acquisto errato per quelli che sono i suoi gusti ed aspettative e questa delusione potrebbe portarlo ad abbandonare questo hobby. L’altra categoria che non può far a meno del negozio fisico è l’audiofilo di vecchia data in cerca di un impianto no compromise. In quel caso un ascolto accurato è d’obbligo. Inoltre un impianto di una certa caratura non si costruisce in un pomeriggio ma è frutto di un lungo processo fatto di nuovi inserimenti graduali e tanto fine tuning.

Una telefonata al negozio ti allunga la vita

Individuato il negozio Hi-fi, fate una telefonata e prendete accordi su disponibilità degli apparecchi, possibilità di prenotare un ascolto e la possibilità di portare elettroniche di vostra proprietà per riprodurre un sound il più vicino possibile a quello che è a voi familiare.

La musica da ascoltare in negozio

I dischi test sono belli per quei dieci minuti in cui potete fare i grandi con i vostri amici, per acquistare una elettronica portatevi in negozio la musica che ascoltate solitamente. Se amate gli U2 andate lì con quelli e possibilmente portate proprio le vostre registrazioni. Molti negozi ormai sono abbonati a servizi di streaming quali Tidal, Quobuz e via dicendo ma cercate di ascoltare col supporto che utilizzate in casa vostra.

Audiocostruzioni al completo.
Fonte : Davide Sbisà

Ricreare una situazione simile a quella domestica.

Ok siete in negozio, ora  cercate di ricreare una situazione simile a quella che avete in casa. Ad esempio, se tenete i diffusori incassati in una libreria a ridosso della parete posteriore cercate  di ricreare la stessa situazione in negozio. Se il porta elettroniche lo avete in mezzo ai diffusori vedete di fare lo stesso. Se il punto di ascolto è decentrato fatelo anche in negozio. Non vergognatevi sono situazioni comuni che possono fornire spunti interessanti al negoziante per aiutarvi.

L’ascolto

Le prime cose che colpiscono in un ascolto sono la gamma bassa corposa ed una buona spl. Bene, cercate di concetrarvi anche su altro. Molti parametri d’impatto , i cosi detti effetti speciali, alla lunga rischiano di diventare affaticanti. Chiudete gli occhi, cercate di ricordare la timbrica di quel determinato strumento, concentratevi sul decadimento dei piatti della batteria. Cercate di capire se la ricostruzione scenica è reale. Il silenzio e la tranquillità vi aiuteranno non poco. In fine domandatevi semplicemente se quello che avete ascoltato vi ha emozionato che è la cosa più importante.

I servizi hanno un costo.

Mettere a disposizione una sala, una persona, del tempo e magari disimballare un oggetto per farvelo ascoltare ha un costo. Un negoziante esperto sa che un appassionato di alta fedeltà è un investimento nel tempo. Chi oggi comprerà un diffusore, fra sei mesi comprerà un cavo e cosi via. Dall’altra il cliente ha la possibilità di provare con mano quello che tanto desiderava acquistare. Tramite un negozio avrete la possibilità di avere conferma del vostro intuito o magari di essere totalmente smentiti da prove sul campo. Nessuno vi punterà un fucile per acquistare qualcosa ma ricordatevi di quanto sopra. Dall’altra il venditore sa bene che un buon servizio pur se non porterà ad una vendita nell’immediato, fidelizzerà un potenziale acquirente nel tempo a venire.

Il Tempio Esoterico
Il Tempio Esoterico Fonte: Dario Candarella

Il grand bazar

Un negozio di Hi-Fi non è un grand bazar, una scontistica c’è quasi sempre ma non è che state comprando una pelle di cammello. Anzi, se vedete scontistiche consistenti chiedete sempre il perchè e se il venditore è serio vi spigherà il motivo.

Magari è un modello di fine serie o un ex demo oppure è un apparecchio rimasto in magazzino da diverso tempo, è bene sapere sempre il perchè di determinati sconti dal listino.

A breve, sulla scia di questo articolo seguiranno altre puntate, non vi resta che seguirci e dirci la vostra.

Nelle foto: New Audio AudiocostruzioniIl Tempio Esoterico

© 2021, MBEditore Srl. Riproduzione riservata.

Vuoi saperne di più? Di' la tua!

SCRIVICI

    acconsento al trattamento dei dati presenti nel form di contatto


     

     

     

     

     

    Pin It on Pinterest